Categoria: Il salotto di Malcom

Il Salotto di Malcom: Ippolito

Come dire. Anche il santo pop d’amore romantico arriva dentro le trame di questo salottino virtuale. E la cosa non è per niente sgradevole… anzi…...

Il Salotto di Malcom: Eugenio Ripepi

Direi che a questa Roma bella sono state dedicate più canzoni d’amore che alle donne. E forse anche più dischi che opere d’arte… oppure è solo una...

Il Salotto di Malcom: gli Aneurisma

Di sicuro i Foo Fighters (o meglio i Nirvana) avranno molto da rivedersi dentro le trame di questo progetto giovane, arrogante di energia buona, imperturbabile anche di...

Il Salotto di Malcom: gli HEADLIGHT

Cari amici di Malcom. Arriviamo puntuali nonostante una società che stenta a ripartire… e la luce in questo futuro diventa sempre meno visibile, sempre più...

Il Salotto di Malcom: I Vendrame

Amici di Malcom… si ricomincia con una nuova stagione. E partire da un calciatore storico come Ezio Vendrame non è che mi alletti molti visto che io e il calcio non...

Il Salotto di Malcom: i MONS

Oggi siamo a due passi dal mondo, quello giovane, quello fresco, quello con un pizzico di gusto glam e de manciate di sale di finissimo rock, di quello che diviene pop,...

Il Salotto di Malcom: gli Ondanueve String Quartet

Spinoso ma interessante questo dialogo. Sempre facile essere spinosi con chi ha la maturità e il mestiere di reggere botta a domande dagli spigoli vivi. E se le faccio...

Il Salotto di Malcom: Ivan Francesco Ballerini

Mi restituisce sempre un fascino importante quel modo di coniugare narrazione a cronache di storia passata ben precisa. E il fascino sale quando il tutto riesce anche a...

Il Salotto di Malcom: i Folkabbestia

Secondo me, amici di Malcom, ci sono realtà che chiuderle dentro recensioni e interviste è come chiudere animali selvatici dentro gabbie da circo. E il paragone regge...

Il Salotto di Malcom: Mr. Bricks & the Rubble

Oggi non saprei cosa aprire prima… se un buon vecchio rum o qualche scatola crauti tedeschi. E a dire il vero non so neanche quale musica lasciarmi ispirare per...

Il Salotto di Malcom: Daniele Faraotti

Questa volta, cari amici di Malcom, mi metto comodo in poltrona che ho l’impressione che dalle parole del nostro ospite ci siano tutti i presupposti per un viaggio...

Il Salotto di Malcom: Asia Ghergo

Nastro rosa amici di Malcom. Chissà perché è sempre meno frequente ritrovarsi una donna a vestire i panni di cantautore. O forse è solo una mia stupida impressione....

Il Salotto di Malcom: UNIBRIDO

Che bella sensazione di rivoluzione e di rabbia. Bella e pulita e anche con quello sporco di impeto adolescenziale, un poco ingenuo e privo di filtri. Amici di Malcom, i...

Il Salotto di Malcom: la SOSSIO BANDA

Queste sono le interviste che danno senso a tutto quello che faccio. Ma che meraviglia!!! Facciamo un passo indietro: c’è spazio per tanto e anche per tutti in questo...

Il Salotto di Malcom: Alberto Nemo

Ho solo bisogno di spegnere tutte le luci prima di far girare un disco come questo. Mayday Arte, produzione del disco, con il suo braccio armato a firma di Mauro...

Il Salotto di Malcom: ANTHONY VALENTINO

Cari amici di Malcom. Direi che un simile artista, con un simile disco sia la manifestazione primigenia del senso di questa nostra rubrica. Il grande ROCK classico che...

Il Salotto di MALCOM: I PROBLEMI DI GIBBO

Linearità, semplicità ma soprattutto trasparenza emotiva. E poi, amici di Malcom, il suono di una chitarra acustica mi regala solo belle sensazioni di vita…...

Il Salotto di Malcom: SAVAGE

Che dire amici di Malcom. Questa volta mi faccio bello di fronte alla storia. Passato e futuro si intersecano senza per niente contraddirsi o rimescolarsi. Oggi si...

Il Salotto di Malcom: PIA TUCCITTO

Nastro rosa e non per benedire Battisti… Nastro rosa per ribadire che finalmente ritroviamo in questo salotto virtuale una donna, una rocker per la precisione. Ho come...

Il Salotto di Malcom: Giuseppe D’Alonzo

Ho sempre amato quel gusto retrò, spirituale ed estetico, intriso di nostalgia e di cultura per un periodo andato. Ho sempre amato quella pulita ed umile attitudine di...

Il Salotto di Malcom: MEZZAVERA

Che sia il monito per essere mezzi veri o mezzi falsi questo devo ancora capirlo. Che sia uno stimolo ad essere se stessi questo mi pare chiaro. E voi sapete che al...

Il Salotto di Malcom: Luca Marino

Amici di Malcom. Quanto adoro il bel pop italiano e voi lo sapete. Lo adoro soprattutto quando diviene appendice e personalità trasparente di chi ne porta la voce. Lo...

Il Salotto di Malcom: Christian Frosio

Amici di Malcom… non immaginate che bel suono pop ospito oggi. Un bel suono dicevo, di quello deciso che accoglierebbe anche belle orchestrazioni d’autore. Ma qui è...

Il Salotto di Malcom: MEZZALIBBRA

Giovanissime energie qui dal vostro Malcom di periferia. Un salotto che ad oggi si colora di quel pop nostalgico delle trame blues americane. E la voce di Davide Corneli...

Il Salotto di Malcom: THE SOFTONE

Come dire: mandiamo in onda la semplicità dei ricordi e la sottile nostalgia di un suono intimo che si fa giallo d’autunno. E tutto questo colorando il quadro di...

Il Salotto di Malcom: NEWDRESS

Che meraviglia gli anni ’90 amici di Malcom. Io avevo l’età buona per andare alle università. E che bello quel retrogusto di notte che c’è dietro le luci...

Il Salotto di Malcom: PAULA ROMINA

Che dire fanciulli. Che dire amici. Che dire tutti di Malcom… oggi il nastro rosa è decisamente pregno di fascino, sex appeal e intelligenza. Ci troviamo di fronte...

Il Salotto di Malcom: i MALPENSA

Sognando terre straniere. Lo facevo con i MCR quando cantavano “Canzone dalla fine del mondo”. Ma in genere, amici di Malcom, l’ho sempre fatto quando una canzone...

Il Salotto di Malcom: MATTIA

Beh che dire amici di Malcom. Grandi radici classiche, internazionali, culturalmente alte per il nostro giovane cantautore che si presenta alle cronache come MATTIA. Un...

Il Salotto di Malcom: S.O.S. – Save Our Souls

Finalmente amici di Malcom. Finalmente. Quanto sono felice di tornare indietro nel tempo, fin sopra i banchi di scuola, fin dentro i pomeriggi del sabato che pregustavi...