Recensione a Terminus dei Nadsat

828

Scritto da Sally

 

Si può definire un mini-concept album questo Terminus, lavoro d’esordio dei bolognesi Nadsat, che si autodefiniscono un duo “noiserock/mathrock/sperimentale” , e si dichiarano ispirati “dalle opere di fantascienza e dal fascino dell’universo e i suoi fenomeni”.

Già questa premessa è interessante, anche se potrebbe far presagire un’opera un po’ da palati fini. In realtà, nei venti minuti di musica quasi totalmente strumentale c’è molto di più: cinque pezzi ottimamente eseguiti, originali e provvisti ognuno di un’impronta distinta e anche piacevoli all’ascolto per quanto lo permette il genere musicale che non è da tutti i timpani.

Ma nonostante l’assenza di un testo il senso di curiosità per l’ignoto, stupore e meraviglia risultano ben trasmessi anche dalla sola musica. Sicuramente un lavoro molto interessante, un’opera prima che lascia ben sperare per un futuro… fantascentifico.

Contatti:
facebook nadsatmusic
soundcloud nadsat
y
outube Nadsat music