Intervista assieme agli Acid Muffin

881

Intervista con gli Acid Muffin

Ciao Ragazzi benvenuti su Radiotweetitalia, raccontateci gli Acid Muffin in 5 righe.

Ciao! Siamo un power trio Rock con influenze Alternative & Grunge, siamo di Roma e portiamo avanti questo progetto da più di 6 anni. Abbiamo alle spalle centinaia di live e aperture per band quali L7, Arcane Roots, Il Teatro Degli Orrori e altri artisti internazionali. Proponiamo un sound pulito e potente, melodico e graffiante. L’impatto dal vivo è notevole e il risconto da parte del pubblico è davvero ottimo!

A cosa (o chi) dovete la vostra identità musicale?

La nostra identità musicale nasce dalle influenze della corrente Alternative/Rock dei primi anni ’90. Possiamo dire che l’input parte da lì ma sin da subito abbiamo intrapreso una direzione tutta nostra in un percorso di evoluzione e di crescita che ci ha permesso di far maturare un sound riconoscibile e riconducibile a noi, senza limitazioni di genere, sperimentando e lasciandoci guidare dalle nostre emozioni.

Il 7 Novembre è uscito “Bloop” vostro album d’esordio, cosa dobbiamo aspettarci da questo vostro lavoro?

Bloop è stato un lavoro molto complesso, sono serviti 11 mesi in studio per realizzarlo. Volevamo un album di qualità, abbiamo curato suoni e atmosfere, tirando fuori da ogni brano tutte le dinamiche e la poesia. Aspettatevi un disco rock completo e sincero, un viaggio carico di energia e passione.

Album uscito in collaborazione con K2 Music, com’è nato questo sodalizio?

Il sodalizio con K2 Music è nato diversi anni fa. Avevamo bisogno di un figura manageriale che potesse indirizzarci e seguirci in questo percorso, si è instaurato un ottimo rapporto e abbiamo così deciso di unire le forze per pubblicare il nuovo album. Sin dall’inizio c’è sempre stato il massimo della professionalità da entrambe le parti.

Ad accompagnare l’uscita di “Bloop” c’è il singolo “The Last Illusion”, come mai la scelta proprio di questo brano?

The Last Illusion è un brano molto significativo per noi, pervaso da un’atmosfera apocalittica, che racchiude in sé un testo molto profondo. E’ una riflessione senza sconti che conduce l’essere umano ad enfatizzare la propria caparbia natura, lo porta a sopravvivere nonostante tutto, lo spinge a capire che il cosmo che dentro di noi ci alimenta può essere una bomba pronta ad esplodere, che può essere il modo giusto per affrontare il freddo e la solitudine di un modello di vita sempre meno cucito sui bisogni umani, un’ultima illusione che ci sprona a vivere anche dopo aver perso tutto.

Oltretutto si presenta con un videoclip altrettanto interessante, avete qualche aneddoto a riguardo?

Durante le riprese abbiamo esagerato con la macchina del fumo, ad un certo punto non si vedeva più nulla e siamo dovuti uscire tutti all’esterno del teatro lasciando le porte spalancate. Abbiamo poi scoperto che in realtà si trattava di una macchina per la nebbia e vi possiamo assicurare che l’effetto è differente. Molto differente.

Siete appena tornati da un tour unplugged in Italia, in apertura ai The Quireboys, com’è stata quest’esperienza?

E’ stata una stupenda avventura, è nata una bella amicizia e ci siamo divertiti tantissimo. Spike e compagni sono dei grandi musicisti, molto simpatici e stravaganti. Il tour è andato molto bene sotto ogni aspetto. Esperienze di questo tipo arricchiscono sia dal punto di vista umano che artistico.

Qualche gag particolare?

Una sera avevamo tutti un po’ alzato il gomito, c’era Spike che sembrava svenuto sul divanetto e gli altri nel camerino che svuotavano il frigo e infilavano bottiglie e quant’altro nelle nostre borse continuando a dire che quella era tutta roba per noi! Siamo andati avanti per 30 minuti a ridere cercando di chiudere le borse ormai stracolme che sembravano dovessero esplodere da un momento all’altro!

A quando date in elettrico?

Abbiamo dato il via al tour promozionale del nuovo album con il Release Party al Jailbreak di Roma, è stato il punto di partenza da cui si svilupperà il nostro calendario live. L’obiettivo è quello di portare la nostra musica in giro per l’Europa e a breve annunceremo le prime date ufficiali. In parallelo stiamo lavorando anche su un tour italiano quindi tenete d’occhio il nostro sito www.acidmuffin.com per restare aggiornati.

I vostri ingredienti sono: “Guitar, Vocals, Bass & Drums. Easy to prepare, easy to listen. Alternative flavour, Rock aftertaste. This delicious muffin is great if you pump up the volume on your stereo for breakfast or brunch. Take a bite. Take a trip” , è il muffin perfetto?

La perfezione non esiste. Esistono la passione, l’impegno e la voglia di condividere emozioni. La nostra musica è spontanea, è un processo naturale e siamo convinti che l’unico modo per trasmettere le nostre sensazioni ed arrivare al cuore sia lasciarla scorrere senza interferire.