intervista a Resonanz Kreis

135

 

1. Benvenuto. Presentati e parlaci del tuo progetto musicale…

Il progetto Resonanz Kreis esiste da molti anni, da quando ho iniziato ad approcciarmi alla musica elettronica. Ho “giocato” molto remixando e creando tracce mashup ma la reale produzione di tracce inedite è partita dal 2010. Sono cresciuto ascoltando musica new wave e dark, influenze molto forti nel mio sound.

2. Hai pubblicato il nuovo ep “Isolation Therapy”. Come lo hai concepito? Raccontaci tutto per bene…

Questo ep è nato durante il periodo di lockdown, in totale solitudine. Le tracce sono esattamente nell’ordine in cui sono nate. E’ come un diario musicale della mia quarantena. La musica mi ha aiutato molto in quei lunghissimi giorni, ascoltare e produrre musica è stato l’unico senso di libertà.

3. Quali sono le differenze con i tuoi lavori precedenti?

Isolation Therapy non era programmato, come non lo era una pandemia. E’ nato traccia dopo traccia, senza modifiche ne variazioni.

4. Quale è la tua massima ambizione come artista? Quali sono i tuoi scopi?

Creo Musica elettronica per passione e non ho ambizioni, ovviamente ricevere riscontri positivi mi riempie di gioia e orgoglio.

5. Che messaggio/emozione/sentimento vuoi trasmettere con la tua musica?

La mia musica ha indubbiamente venature oscure e cupe, ma anche rilassanti e meditative. Semplicemente spero possa essere apprezzata

6. Che consiglio ti senti di dare ad una band o ad un artista agli esordi?

Non credo di poter dare consigli, avrei bisogno di riceverne. L’unica cosa che posso dire è di non copiare i generi di tendenza ma di lasciare uscire il proprio stile e background musicale.

7. Per te è più importante il talento o la tecnica? Secondo te come si intrecciano?

Io sono sempre stato attratto dal sound di una canzone, melodie e giri semplici ma con sonorità particolari e ricercate. Avere una buona tecnica è importante ma secondo me vince il talento.

8. Qualche nuovo progetto in cantiere?

Io sono sempre attivo musicalmente. Sto già creando…

9. Lasciaci con un tuo motto….

Ora più che mai sono convinto che bisogna dedicarsi solo alle cose che ti fanno stare bene. Music is Life. Grazie di cuore e un saluto a tutti.