Intervista a Luka Zotti: Una Vita Tra Musica, Arte e Tree Pad Key Guitar

512

È disponibile in digital download su tutte le piattaforme streaming Forgotten Dream, il nuovo disco del polistrumentista e cantautore Luka Zotti.
Ecco cosa ci ha raccontato!

Intervista a cura di Angela Mingoni

Grazie Luka per il tempo che ci dedichi e benvenuto!

Grazie a voi!
Forgotten Dream è il tuo secondo album, si tratta di un disco folk dal sound tipicamente americano. 
Da cosa nasce questa tua inclinazione alle atmosfere d’oltreoceano?

Nasce dal mio amore per Neil Young, ricordo la prima volta che ho sentito un suo album, è stato come un “ritorno alle origini”, magari di vite passate...

Il tuo disco racconta di evoluzioni interiori che, dopo il dolore, sfociano e si concretizzano in luce.

Ti sei messo completamente a nudo senza esitazioni.

Sì, e l’ho fatto con gioia e amore, nella speranza che qualcun’altro tragga beneficio dalle canzoni e dai testi del disco.

Tu Luka non sei solo un musicista, sei un artista a tutto tondo, dipingi e realizzi oggetti d’arredamento.
Riesci ad unire musica e manualità creando, inoltre, strumenti musicali; parliamo della TREE PAD KEY GUITAR.  Idea affascinante ed insolita, che è la prova tangibile della tua abilità da polistrumentista.

La TREE PAD KEY GUITAR è uno degli strumenti musicali personalizzati che realizzo, mi piace creare strumenti che cerchino di andare “oltre”, di “spostare il limite” o comunque che siano fuori dal convenzionale. Con la  TREE PAD KEY GUITAR, per esempio, ho imparato a suonare la tastiera con mano destra, fare un assolo di chitarra con la sinistra e cantare, tutto nello stesso momento.

Forgotten Dream è anche il primo brano estratto dall’ album omonimo.
Cosa ha in più questo singolo da averti spinto a pubblicarlo prima di tutti?

Anzitutto è il brano che mi ha spinto a ripubblicare un album, dopo aver scritto il testo ho sentito che sarebbe stato giusto pubblicarlo nella speranza che potesse aiutare anche altre persone come ha fatto con me. Il singolo del disco è stato scelto dalle persone, dai presenti ai miei concerti oppure alle Jam Session che ero solito frequentare, ogni volta che suonavo dei miei brani c’erano sempre persone commosse che mi facevano i complimenti per il brano Forgotten Dream, dunque hanno scelto loro.

Esiste inoltre un videoclip che accompagna il pezzo. Ce lo racconti?

Il videoclip ricostruisce un mio tipico concerto in teatro, da sempre ho allestito i miei palchi con opere d’arte, arricchendolo con dipinti, Chitarre Lampada e strumenti musicali personalizzati, inoltre spesso suono in gallerie d’arte, dunque in luoghi dove Arte e Musica si possano fondere con naturalezza. Mi piace trasformare il classico palco in un luogo espositivo, e anche l’opposto.

Parlaci però anche del tuo lavoro come pittore! Da cosa trai principalmente ispirazione per le tue opere?

Dai colori, dalla natura e dalle sue sfumature. Quando dipingo, difficilmente parto con un’idea preimpostata, inizio a dipingere e mi lascio ispirare al momento, sento che devo esprimere qualcosa, ma allo stesso tempo non voglio codificarlo finchè non è l’istante esatto in cui esce, il momento in cui ho il pennello in mano.

Grazie di nuovo per la disponibilità ed in bocca al lupo!

Contatti:
Sito Luka Zotti Official
Facebook lukazottiartist
YouTube Luka Zotti
Twitter luka zotti