i Marijuanal

710

I Marijuanal nascono in provincia di Rovigo tra Marzo e Aprile 2013 per volontà di  Spear (voce,chitarra), desideroso di tornare a suonare alcuni dei generi da lui più amati: hardcore, metal, trash degli ‘80, punk.
Ad accompagnarlo in questo progetto giunge ben presto Piledriver(basso).

Dall’esplosiva combinazione delle idee dei due artisti, il progetto
Marijuanal, che sembrava esser nato solo per dar sfogo ad impulsi di matrice hardcore, prende forma e inizia a delinearsi in
qualcosa di più completo.
Così i due producono il primo demo, nell’estate del 2013, intitolato “Garbage Paradise”,contenente quattro pezzi, e a Settembre 2013
si assiste già ad una prima svolta nel loro sound, con il secondo demo, dall’ evocativo titolo “Greatest (s)hits”, che segna un netto miglioramento compositivo e sonoro.

Da quel momento Spear e Piledriver lavorano sodo per raggiungere il tipo di suono che volevano trasmettere e finalmente, nell’Agosto 2014, danno alle stampe il debut album “Stoned Punk”, mixato e masterizzato a New York da Bob Davodian
(Randall Flagg, Divine Rapture…) nuovo tassello della loro inarrestabile crescita sonora.

Diversi brani tratti da questo primo lavoro raggiungono
ottimi piazzamenti nelle classifiche internazionali:
“Alone”, il primo singolo tratto dal disco, entra infatti direttamente al numero 1 nella classifica punk di Soundclick su un totale di oltre 18000 canzoni, nonché 47° nella classifica rock, su un totale di oltre 251000 canzoni; il secondo singolo, “No Pussies In The Skatepark” (per il quale è stato anche realizzato un video totalmente DIY a budget praticamente 0) entra al numero 4 nella classifica punk;“1984”, terzo singolo e secondo videoclip del duo, arriva al numero 1 sia nella categoria punk che nella categoria rock (su un totale di oltre 255369 canzoni) ed, ancora, “Blood” raggiunge la posizione 23 nella categoria metal,
su un totale di 107324 canzoni, e “Blotter” arriva al numero 3 nella categoria alternative (su 189494 canzoni) e al numero 1 nella categoria nu-metal.

Su Reverbnation i Marijuanal raggiungono poi la posizione 1 sia nella chart punk locale che in quella nazionale mentre nella global chart punk sono riusciti a classificarsi alla 31^ posizione.
I brani della band si sono fatti apprezzare anche sul sito della Epitaph, leggendaria label punk (di Brett Gurewitz, chitarrista dei Bad Religion) e sono presenti nelle playlist di diverse radio a livello internazionale (dalla California alla Florida, dall’ Argentina al Brasile, dalle Filippine al Canada, senza trascurare ovviamente l’Italia…) nonché presenti in diverse compilation.
A Novembre 2015 Spear e Piledriver tornano sulle scene con un nuovo singolo, il cui sound è influenzato dal j-rock,e con il relativo videoclip divertente e provocatorio.
Il titolo del brano è “M.K.M.A. (Merry Kiss My Ass)”.
Mix e mastering di questo nuovo pezzo sono stati curati da Joel Evenden (BB King, Zucchero, Rod Stewart, Eric Clapton, etc.)
mentre il regista del video è Andrea Bonfanti (noto per diversi spot pubblicitari per Vodafone, Samsung, Apple…).
Il tema del singolo è, come si può dedurre dal titolo, il Natale.
Per questo i Marijuanal, con la loro solita ironia e impetuosità,
ci faranno entrare a loro modo nel clima natalizio…

Line up:
Spear Papela: voce, chitarre, e-drum
Leo “Piledriver” Sama: basso, e-drum