Il Salotto di Malcom: UMMO

711

Ancora risuona il singolo MALINCONIA…ma soprattutto ancora rivedo la scena lesbo in ogni antro dei miei pensieri. Questa settimana non saprei come vestirmi ne che cosa dire. Il fenomeno diventa fenotipo. L’eccezione diventa archetipo. Insomma ogni cosa sembra normale, nella follia come nella trasgressione. Dunque viola cangiante alle pareti, stemmi stellari ed arcaici tatuati sulla pelle e quell’incenso buono a corroborare gli spiriti. Cristiano Romanelli, Gregory Coniglio, Lorenzo Della Valle e Federico Di Simone. In questo salotto ci sono gli UMMO. Quel qualcosa che piano piano entra nel quotidiano, discriminato da troppi ma che a forza di risucchiare sgomento ed applausi, cresce a dismisura ogni giorno che passa. Un tour radiofonico che farebbe invidia. Sul palco non hanno limiti, decenza e abitudini ripetitive. Non si scherza per niente. Chi passa per Roma il 30 Aprile li troverà a far suoni e rivoluzioni con ballerine nude e luci psichedeliche al Sinister Noise Rock Club. Perché di Rock si parla. Di Metal si parla. Di Pop si parla. Di UMMO si parla.

UMMO. Che nome!!! Trovata commerciale o introspezione filosofica di qualche antico idioma terrestre?
Si deus est unde malum? Nella corruzione dell’uomo… e quindi evadere diventa la parola d’ordine. Evadere dal pianeta Terra! UMMO vuole rappresentare proprio questo.. una via di fuga da tutto ciò che ci opprime e che ci annoia. Cerchiamo di vestire questo nostro desiderio con la nostra follia e la nostra musica. Quindi nessuna trovata commerciale… ma solo un mix di credenze, passioni e manie che ci accomunano.

Metal e Pop. Elettronica come se piovesse. Anche una chitarra acustica. Cosa manca al minestrone che state pensando di inserire?
Non credo manchi qualcosa… almeno per noi! Venendo da generi completamente diversi tra loro, abbiamo cercato di miscelarli pur rimanendo in chiave pop! La mia idea era ed è in realtà molto semplice: avere una ritmica metal con delle melodie pop che cercano di entrare in maniera arrogante nella testa! Il tutto condito con l’elettronica che rende moderno e più erotico il suond. La nostra sperimentazione è più a livello autoriale che sonoro. Smontiamo la classica canzone con dei piccoli riferimenti prog.

Donne nude. Mamma mia quante. Dal video ai live. Eros non volgare s’intenda. Di certo è stato fatto anche di peggio. Voi cosa cercate di dire?
Cerchiamo di ricordare che bisogna a volte trasgredire e osare se si vuole davvero ottenere ciò che si vuole… ricordiamo a modo nostro che l’erotismo è la chiave di ogni rapporto! Vogliamo essere espliciti perché siamo così. Non vestiamo nessuna maschera… anzi ammettiamo che a volte giochiamo volontariamente per far clamore. Ma più che cinico marketing in realtà è un gioco pericoloso che amiamo fare con il pubblico. Stuzzicare la parte nascosta…credo che in ogni adito della nostra anima ci sia il vero nostro essere… spaventato dalla società e dal giudizio!
Cerchiamo con rabbia e sincerità di ricordare che bisogna sempre essere se stessi! Nulla di nuovo…è vero! Ma chi davvero oggi lo fa?

Levami una curiosità Cristiano: se il mondo circostante fosse mediamente più profondo ed intellettuale, che musica avresti voglia di scrivere? Sia chiaro…non che gli UMMO cantino banalità…anzi…ma è ovviamente un progetto che strizza l’occhio al lato commerciale del mondo…e si sa…commercialmente parlando devi guardare la massa.
Arte vuol dire comunicare emozioni tramite molteplici forme. Non credo nei bei tempi andati. Ogni periodo ha la sua arte ed è giusto che sia così! Un artista ha l’obbligo di modernizzarsi e rendersi conto che la società si evolve…cambia in continuazione! E quindi anche l’artista deve sapersi evolvere e innovarsi! Perdonate l’arroganza… ma nel 2015 non bisognerebbe più strizzare l’occhio agli anni settanta musicalmente parlando e ai nostri miti. Lo sono stati pazzeschi… ma ora basta! Novità… bisogna strizzare l’occhio anche al lato commerciale del mondo ma senza cedere a compromessi esagerati!
Essere commerciali non vuol dire banali! Basta con questa credenza inutile oltre che errata! Ci sono canzoni pop infinitamente migliori sia dal punto di vista testuale che musicale a confronto di canzoni di musica d’autore. E poi queste stramaledette etichette… io stesso ci cado! La musica è musica! Bisogna seguire la società e tramite la moderna comunicazione cercare di dire la propria idea!

E quindi per intenderci: se De André fosse nato oggi? Chi sarebbe diventato?
Un rapper cazzuto amante della trasgressione e dell’innovazione! Avrebbe raccontato comunque delle storie straordinarie…cambiando semplicemente termini e sound! I veri artisti come lui… sanno che bisogna seguire il pubblico rimanendo sempre se stessi! Questo credo sia il segreto che rende grande un artista!

Stelle mi piace particolarmente. Non trovi che sia un po’ troppo saccente da parte vostra dichiararvi marziani di altre stelle?
Potrebbe essere semplicemente la verità. Non siamo venuti né in pace né per fare guerra… ma solo musica! C’è qualcuno che non crede a ciò? Pazienza… noi suoneremo comunque con anima e corpo! Credo sia più saccente dichiararsi esseri umani! Guardiamoci intorno… dove sono gli esseri umani? Io vedo solo robot programmati senza volontà. L’erotismo serve anche a questo… mandare un po’ in tilt il programma! Se lo si fa intonando il ritornello di “Stelle” meglio ancora! Ahahahah

Starei a parlar conte per ore. A forza e con sacrificio pensi che gli UMMO arriveranno al grande pubblico? Non essere presuntuoso come tutti gli artisti…da te mi aspetto una risposta d’autore.
Sono un essere che crede in ciò che fa! Credo fortemente che il lavoro quotidiano, i sacrifici…ma quelli veri e la passione sfrenata prima o poi portino i frutti del giardino dell’eden. Quindi spero di si… arriveremo al grande pubblico o forse il grande pubblico arriverà a noi. Chi lo sa. Il passato non esiste…non puoi toccarlo…è solo una rete che ci intrappola! Ma il futuro è peggio! Un’illusione malvagia! Quindi in realtà non so rispondere se mai riusciremo ad affermarci raggiungendo il grande pubblico. So solo che continuo a comporre e suonare… so che è l’unica cosa che mi viene naturale da sempre. E farò di tutto per raggiungere gli obiettivi preposti! Ma non per fama o soldi… non avrei paura ad ammetterlo da egocentrico… ma per la straordinaria emozione che sta alla base dell’erotismo stesso… della vita stessa: l’amore!
Si deus est unde malum? Dal primo uomo che smise di sognare!

Irriverente, saccente, ma decisamente ricco di carattere. Forse tutta scena, di quella che mi piace, di quella che deve esserci per scalare la merda che ci circonda. Di sicuro per provarci. Che poi, oltre tutte queste belle chiacchiere, gli UMMO dimostrano davvero tutto ciò che raccontano di essere e di fare. Ancora risuona il singolo MALINCONIA…e al Salotto di Malcom ho premuto play una sola volta. Tanto basta. Play Loud. UMMO.