Il Salotto di Malcom: PAULA ROMINA

95

Che dire fanciulli. Che dire amici. Che dire tutti di Malcom… oggi il nastro rosa è decisamente pregno di fascino, sex appeal e intelligenza. Ci troviamo di fronte una giovanissima ecuadoregna che ha preso il raggaeton e ne ha rimescolato lineamenti e aspettative, dall’arrogante presunzione al dolcissimo romanticismo. Paula Romina, fiore raccolto nel giardino della Massive Art da cui vien fuori il mix e la guida artistica di questo disco dal titolo “Solo Conmigo”. Ed il relativo VIDEO di lancio non lascia spazio: il cliché è ampiamente rispettato e questo basterebbe ad etichettare la Romina nel cassetto delle tante proposte del genere. Ma non è così… ed è l’opera e la forza dei più curiosi ad esser ripagata. Canzoni sociali, di emancipazioni, canzoni che cercano di riqualificare la forza e l’equilibrio di una donna in una società ancora prettamente maschilista. Ed i suoni hanno il carattere di grandi mestieri, senza abbandonare uno stilema per farsi riconoscersi, ma senza restarne legati per darsi il piacere e godere del lusso di cercare altro che sia smaccatamente d’autore. Nastro rosa… e apro le porte a questo salotto che in questo 2020 vuol darmi belle vibrazioni. Lo sento…

Un disco per raccogliere gli ultimi singoli di questa carriera giovane ma già intensa. Come li hai scelti? Qualcosa è rimasto fuori?

Già dall’inizio volevo che il mio EP trattasse temi come l’emancipazione femminile, la parità e l’uguaglianza tra le diverse etnie, perciò avevo più o meno le idee ben chiare fin da subito. La scelta delle canzoni è avvenuta man mano che le abbozzavamo e le realizzavamo perciò è avvenuto tutto in modo molto naturale, ciò che ci convinceva di più lo sviluppavamo in studio mentre il resto lo scartavamo alla nascita.

“Solo conmigo” è una dichiarazione di intenti. Emancipazione e sicurezza prima di tutto. Perché questi messaggi? Pensi siano stati intaccati nella vita quotidiana di oggi?

La donna nella società è sempre stata vista come l’anello debole, facile da persuadere e manipolare.

Il concetto di “ #Girlpower ” è fondamentale all’interno delle mie canzoni, proprio perché vorrei dare un esempio di donna forte, sicura di se, che non può essere fermata da nessuno nei suoi obbiettivi e nelle sue scelte, se non da lei stessa.

Il nuovo singolo è “GUAY!” ed ecco un altro concetto importante per il disco: la contaminazione e soprattutto l’uguaglianza. Che rapporto hai con le differenze tra gli uomini?

Io adoro stare in mezzo a tante culture, penso che tutto questo scambio culturale aumenti soltanto il mio bagaglio personale. È proprio da questa contaminazione, che ho imparato tani modi di dire di determinati paesi e questo lo vedete proprio in Guay!, dove anche il titolo stesso è una parola proveniente dalla Spagna che significa essere “cool” (in tutto il mondo).

Ti ho fatto questa domanda perché di base sembra un controsenso se applicato a questo modo di fare musica che cerca di omologare tra suoni e arrangiamenti culture etniche assai diverse tra loro. Come a dire che il raggaeton (tanto per fare un esempio di massima) commerciale è così in tutto il mondo quando invece ha declinazioni estremamente diverse da paese a paese… cosa ne pensi?

Il reggeaton viene un po’ omologato in tutto il mondo, ma solo chi lo segue da quando è nato riesce veramente a coglierne tutta la sua Arte. La musica Latina ha tanta storia dietro, e nonostante la sua commercializzazione, penso che sia un genere che racconti storie di vita vera senza filtri, ed è questo che la rende così speciale.

Dopo questo disco… stai pensando a degli inediti?

Assolutamente si ,il 2020 sarà un anno pieno di sorprese, sto già preparando del nuovo materiale, e sinceramente non vedo l’ora di riandare in studio e dare sfogo a tutta la creatività.

Penso che la fase creativa sia uno dei momenti più belli.

E allora, miei curiosi di Malcom, giriamo in rete e guardiamoci questo nuovo video “GUAY!”. Com’è lontano dagli stilemi, com’è lontano alle mode… e com’è comunque vicino al linguaggio che ci saremmo attesi. Bella prova Paula Romina…