Il Salotto di Malcom: i Rocky Horror

830

Scene dall’ultimo cult metropolitano. Cemento grezzo e ghetti di periferia. La rivoluzione è vicina. Voce e rabbia per mano di una delle principali realtà del nuovo Crossover italiano. Voce e musica ai Rocky Horror. Oggi in questo salotto mi intrattengo con il buon Justice, l’immagine di copertina e la voce e l’autore e l’anima…ma di anime i Rocky Horror ne hanno 4 e trainano macigni come fossero aquiloni. Un disco fortunato che colleziona migliaia di visualizzazioni in rete…bei numeri se pensiamo che in Italia il genere è destinato ai pochi. Con Pino Scotto poi hanno dettato legge in lungo e largo lungo tutto il paese. Bando alle chiacchiere. Benvenuti ROCKY HORROR:

Dopo un anno ancora si parla di SCIOGLI IL TEMPO. Contro tutti quelli che fanno dischi ogni mese voi…
L’abbiamo scritto con la voglia che ogni pezzo fosse un potenziale singolo e non un “tappa buchi”, ecco perché a mio parere sta ancora facendo parlare di se nonostante il tempo passi.

Una pugile che si allena, parlando di questo vostro nuovo videoclip, quale sfida ci volete raccontare?
La sfida più ardua che esista: vivere con coerenza la propria vita e portare avanti i propri sogni.

L’immagine. Anche per voi conta? Oppure la vostra migliore rappresentazione è la rivoluzione?
Ormai l’immagine è importante in ogni campo, noi però abbiamo deciso sin dall’inizio di mostrarci per quello che siamo, senza artifici.

A voi che siete dei veterani della scena, quanto patriottismo c’è in questo genere di musica? Come a dire poi: ma noi abbiamo inventato una caratterizzazione!
enso che il nostro modo di fare Rock, a prescindere dal patriottismo, sia davvero molto personale: liriche in stile Rap vecchia scuola ed un sound contaminato dai generi più svariati… Crossover style!

“Non c’è tempo”, il vostro nuovo singolo e video con RU CATANIA (AFRICA UNITE) e LUCA (LOS FASTIDIOS), alla fine ribadisce la vostra posizione sociale e politica. Alla fine un po’ tutto l’album lo fa… sociale… politico… sì, ma schierati verso dove?
Schierati contro i poteri forti, siamo stanchi di farci calpestare, come penso lo sia anche la maggior parte degli italiani.

Parliamo del futuro pensando al presente, ad esempio il gran movimento sul discorso delle trivelle, poi però in pochissimi ai seggi. I ROCKY HORROR, senza scendere nel dettaglio dell’argomento, in qualche misura canteranno anche di questo presente?
Questo presente è molto simile al passato, ecco perché tanti brani di protesta, non solo i nostri, sono poi sempre attuali.. noi sinceramente speriamo in un futuro in cui saremo “fuori moda”!

Dietro la maschera del Rock duro e senza peli sulla lingua, c’è anche una vita personale che rispecchia questo mood?
Nessuna maschera, come detto quello che la gente vede sul palco, ecc. è quello che siamo!

E allora fresco fresco per le radio e la rete. Il nuovo singolo e un bel video per scaldare le vene e la pancia. Palestra per l’anima e per le braccia. Si intitola “Non c’è tempo” ed io aggiungo una bella foto sulle pareti di questo salotto.