IL GLAM DEI WHIU WHIU!!

734

WHIU WHIU
Presentano
GLAMOUR
Autoproduzione

Il disco è composto di 10 canzoni che raccontano altrettante storie in cui la band spiega il proprio punto di vista sulla società odierna.
Senza alcuna presunzione di maturità, anzi nel pieno dello spirito della generazione a cui appartengono, i Whiu Whiu!! danno spazio con divertimento a molti argomenti attuali e a un pizzico di malinconia per l’infanzia. Il singolo che ha anticipato il disco, Savoia, è sia, dal punto di vista musicale che concettuale, una sintesi perfetta del suono della band e delle sue prerogative. Savoia infatti è un omaggio al patriota sardo Francesco Cilocco, protagonista delle rivolte antifeudali contro il governo oppressivo dei Savoia avvenute in Sardegna alla fine del Settecento.
E qui si ritrova quindi tutto il fervore antagonista della band. Allo stesso tempo le immagini del bel video rimandano a un romanzo grafico come “V for Vendetta”, che spesso fa rima con cyberpunk, controcultura, underground, essere contro… Ma la famosa maschera qui viene sostituita da una maschera della tradizione sarda. E il bello di Whiu Whiu sta proprio qui. Sintetizzare i suoni e le pulsioni della contemporaneità e farli propri, renderli “glocalalmente” originali.

Come definiresti con quattro aggettivi la tua/vostra musica?

– Utile, potente, comprensibile, attuale.

Come si intitola la tua/vostra ultima fatica discografica e come è stato il percorso di produzione della stessa?

– Il nostro ultimo lavoro si chiama Glamour. E’ un disco che nel panorama musicale italiano ancora non c’era. E’ un album favoloso che mette un’energia buona perché l’ho scritto in un bel periodo della mia vita. E’ stato concepito in una cameretta-studio a Cagliari. Per descrivertelo è un disco di dieci brani composto da alcune canzoni autobiografiche e da altre che trattano temi di cui ho voluto letteralmente studiarne l’argomento. In un periodo dove tutti i miei coetanei si sono laureati o stavano per farlo, per me che non ho proseguito gli studi questa prova è stata la mia fottuta laurea.

Se ti chiedessi quanta gente “mi porti” ad un tuo concerto, come reagiresti?

– Quando pubblicammo il demo tape ci seguivano una ventina di persone. Con l’uscita dell’ep abbiamo testato più o meno un centinaio di persone a concerto. Con l’uscita di questo album puntiamo ad un migliaio di persone quindi non so se il tuo locale sia adatto al mio concerto.

Quanto sono importanti i social per la tua/vostra musica?

– Servono per creare una bella confezione al prodotto e per rimorchiare qualche ragazza. Se poi nei concerti dal vivo non sei ugualmente attraente e non susciti emozioni perdi tutto il tuo pubblico. E’ dal vivo che una rock and roll band sostiene i veri investimenti.

A quanti concerti di musica di altri artisti indie sei stato negli ultimi sei mesi e cosa ne pensi dell’underground indipendente?

– Tutti i nomi della scena indie sono passati a suonare qui in città. Sia in Sardegna che in Italia c’è un fermento musicale indie pop rock molto potente. Seguiamo molti gruppi di questa pseudo scena e ne abbiamo visto abbastanza dal vivo. Altri più mielosi, come i Canova, fanno venire letteralmente il voltastomaco.