IL BLU COBALTO DI LEON SETI

467

LEON SETI – Cobalt (autoproduzione)

Il nome Leon Seti contiene una parte del nome proprio del musicista e il nome Seti che in egiziano antico significa “lui di Seth”, dio del deserto, per omaggiare l’antichità e aggiungere una sfumatura di regale. Leon Seti è un progetto principalmente pop che gioca con ispirazioni synth e elettroniche sia contemporanee che retro, da Peter Gabriel a BANKS, da Bjork a Anohni, e che si preoccupa di creare canzoni che possono essere cantate, ballate e che possano far entrare l’ascoltatore in un mondo diverso e particolare. Leo produce, scrive, compone e canta tutti i pezzi della discografia.

Come definiresti con quattro aggettivi la tua/vostra musica?

Evocativa, densa, personale e blu.

Come si intitola la tua/vostra ultima fatica discografica e come è stato il percorso di produzione della stessa?

Cobalt è il nome del mio nuovo album indipendente, è nato da una esperienza personale

Se ti chiedessi quanta gente “mi porti” ad un tuo concerto, come reagiresti?

Mentirei e direi “300” persone.

Quanto sono importanti i social per la tua/vostra musica?

Purtroppo moltissimo. Il mio genere e l’importanza che dò ai visuals me lo impongono.

A quanti concerti di musica di altri artisti indie sei stato negli ultimi sei mesi e cosa ne pensi dell’underground indipendente?

Se per indie intendi indipendente, ho visto solo DAWN RICHARD ed è stata mitica, lei è un’artista americana veramente indipendente che fa musica elettronica molto originale. Se per indie intendi indie rock/folk con un contratto in una casa discografica non distribuita da Sony, Warner o Universal, allora nessuno. Non mi rispecchio molto in quel genere.

L’underground indipendente è troppo poco accessibile, soprattutto in italia, mentre naturalmente vanno di moda gruppi che si appioppano il titolo indie per fare i finti sfigati. A me piacciono le vie di mezzo, non avere un’etichetta non è nè un pregio nè un difetto. alcuni dei miei artisti preferiti sono sotto One Little Indian records o 4AD per esempio.