FADAMAT “L’amore divora” – il NUOVO VIDEO

831

“L’amore divora” è il nuovo video del rapper Fadamat, singolo estratto dall’album “Fallito”.

Un brano scritto ed interpretato insieme al cantautore Ciri Ceccarini, da sempre vicino ai diritti della comunità LGBT e autore dell’inno del Gay Pride del 2009. Il nuovo singolo vuole parlare dell’amore nella sua totalità senza preconcetti o limitazioni, una celebrazione del sentimento in tutte le sue sfumature. Ilvideo affidato alla regia di Michelangelo Baffoni descrive in maniera provocatoria proprio questo: in una situazione particolare come un club per scambisti, tra stanze sadomaso, travestiti e prostitute l’amore viene vissuto da ognuno in modo diverso.

“L’amore divora” è il nuovo video estratto. Un brano scritto ed interpretato insieme al cantautore Ciri Ceccarini, da sempre vicino ai diritti della comunità LGBT e autore dell’inno del Gay Pride del 2009. Il nuovo singolo vuole parlare dell’amore nella sua totalità senza preconcetti o limitazioni, una celebrazione del sentimento in tutte le sue sfumature. Ilvideo affidato alla regia di Michelangelo Baffoni descrive in maniera provocatoria proprio questo: in una situazione particolare come un club per scambisti, tra stanze sadomaso, travestiti e prostitute l’amore viene vissuto da ognuno in modo diverso.

FADAMAT porterà il suo ultimo album “Fallito” in diversi club d’Italia. Annunciate le primissime date del tour. Il 16 settembre FADAMAT e altri esponenti della scena hip hop italiana saranno impegnati in un evento a Terni di beneficienza in favore delle vittime del sisma che ha colpito il centro Italia nelle scorse settimane.

FADAMAT è un rapper di Rimini attivo dalla fine degli anni ’90. Da sempre attaccatissimo alla cultura Hip Hop e ai valori su cui questo si fonda, ha pubblicato vari mixtape, ep e quattro album ufficiali. Un rapper non incline ai compromessi che ha sempre messo in primo piano il messaggio culturale dell’Hip Hop più vero e autentico.

“Fallito” è un album dal retrogusto amaro, un viaggio introspettivo tra paure, sbagli e difficoltà. Le esperienze e le aspirazioni si intrecciano in un percorso di vita arduo e che spesso sfocia nella delusione e nei fallimenti. Uno spaccato sincero della realtà di tutti i giorni, nella quale i successi personali e le cadute convivono, entrambe facce della stessa medaglia. Un disco dai toni cupi che lascia pochissimo spazio alla speranza per un futuro migliore e si concentra invece sull’analisi profonda del proprio io costretto ad affrontare e superare le sfide che la vita ci pone ogni giorno.

Le strumentali sono state prodotte dal compagno di etichetta Keemo e dai producer DJ Alik, BluBerry, G Martini,Kique, M.P.E. e Bored Guy. L’intero lavoro è stato prodotto e registrato tra il BluBerry Studio di Misano Adriatico e il Sotti Studio di New York e vede la collaborazione di Ntò, della cantante Eileen Marie Coppola, del cantautore Ciri Ceccarini, del rapper napoletano 4/20, del bassista Danny Scalia e del chitarrista Fabrizio Sotti.

 
Ecco le primissime date del tour, calendario in continuo aggiornamento:
16/09 – CSA Germinal Cimarelli, TERNI
13/10 – La Brezza, RIMINI

BIOGRAFIA
Fadamat nasce a Roma nel 1980 e cresce artisticamente a Rimini dove nel 1998 inizia la carriera da Mc.
Negli anni ha pubblicato moltissimi lavori: i mixatpe ”Fadamat street album vol.1” e “Fadamat street album vol.2”, l’EP insieme ad Esa “Tutto suona meglio ep”, i quattro album ufficiali ”Tutto si ribalta”, “E’ uguale”, “Distruzione” e “C.B.T.R.” più una raccolta di brani contenuti in “Scena arida ep”. Nel corso della sua lunga carriera il rapper riminese ha collezionato importanti collaborazioni con tantissimi artisti della scena italiana come Tormento, Esa, Dj Shocca, Fedez, Shablo, Inoki e Fritz da Cat.
Negli ultimi anni Fadamat collabora con il producer italiano Keemo di base a Brooklyn e insieme fondano Inferno Production, etichetta indipendente la cui missione è scoprire nuovi talenti e realizzare eventi Hip Hop/R’n’B in tutta Italia. Il suo quinto album ufficiale “Fallito” è la prima release di questa nuova realtà.

 

Fonte: Ufficio Stampa – SmcItalia