Come ti trasformo i pensieri in buone idee: Earth Beat Movement

886

Recensione di Rosziye

 

Ci dirigiamo, oggi, verso una band dalle strutture musicali intriganti e dalle vibrazioni positive, dalle melodie narrate da parole potenti, tali da fare riflettere e rilassare.
Un album di dodici canzoni per un progetto che all’apparenza potrebbe sembrare uno dei tanti.
Ma le prime impressioni, si sa, difficilmente sono quelle che contano.
Per questo motivo bisogna addentrarsi senza pregiudizio nel mondo degli Earth Beat Movement e di Right Road, il loro nuovo album.

La voce femminile della cantante MissTilla, carica di grintosa energia, accompagna melodiosamente il percorso in levare.
Convivono nel mood dell’album due anime; la prima è quella reggae che cede il passo anche, e soprattutto, all’hip hop, in una felice alternanza di sonorità e testi, presenti sia in italiano che in inglese.
L’obbiettivo finale è mixare assieme concetti musicali e parole per creare così un lavoro omogeneo dove mondi all’apparenza in antitesi non stonino tra loro.
Le tracce descrivono ciascuna una tematica attuale e contemporanea, talvolta in modo divertente ed ironico seppure si tratti di temi complessi. Questo modo di affrontare l’argomento emerge in Devi Dire Si, in cui il concetto di successo viene portato all’estremo. Per salire all’apice pare infatti, si debbano accettare delle condizioni talvolta estreme come se l’arte fosse esclusivamente una questione di business.

Nella giungla quotidiana, con la sua confusione, diventa difficile trovare le opportunità di sentirsi liberi soprattutto se i ‘vampiri’ di Babilonia risucchiano l’energia.
A dare le motivazioni per proseguire nella vita senza arrendersi, ci pensa il sound degli EBM; ed è qui ed adesso che ci addentriamo meglio nel disco.
Agile rap con suoni di basso potenti, Sono Io descrive l’importanza delle caratteristiche individuali nello scenario quotidiano di emozioni.
Make a Place definisce come sarebbe importante creare un luogo dedicato alla reggae music, un luogo dove riflettere, dove danzare e meditare, dove a scandire il passare del tempo ci sono melodie dubwise; il luogo fisico, dunque, diventa possibile metafora di un luogo interiore entro cui sentire l’amore universale veicolato dalla musica.

Se siete alla ricerca di profondi momenti di riflessione poetica, il susseguirsi di queste canzoni ne regala diversi.
La musica diventa un veicolo importante di concetti universali, dove provare a riconoscersi.
Questo progetto sembra volere mostrare alcuni dei principi fondamentali della cultura reggae e diventa acqua per le menti aride, fonte a cui attingere per colmarsi di nuova energia vitale.
La strada che il gruppo ha scelto di intraprendere ci si augura sia quella giusta per mantenere i valori che ha scelto di comunicare: una via al rinnovamento, mostrata dalle note di Right Road, una strada dalle caratteristiche ideali, da scoprire o costruire per trovare la libertà.
Diventa quasi una preghiera dolce e melodiosa per fuggire in un luogo migliore.
Lovely Smile ricorda come sia bello sorridere e quanto renda forti, come uno sguardo significhi tanto, mentre Istinto ricorda al pubblico quanto la ricerca continua in cui l’essere umano è coinvolto, porti a trovare il “ritmo giusto per andare avanti”.
La collaborazione con Toni Moretto in questo brano, evidenzia la bravura della band nell’ ideare canzoni prestanti sia nella musica sia nelle parole con un equilibrio tale da trascinare in un flusso di vibrazioni positive l’ascoltatore.

Altro brano significativo è Parlano di Me; i riflessi, gli sguardi, le crisi del sistema, sono alcuni degli elementi contenuti in questa canzone carica di energia.
A concludere l’album ci pensa Better Tears Dub, traccia ripresa dalla precedente Better Tears Drop ma riproposta in versione dub.

Qualora capitasse l’occasione di vedere live questa band di sicuro si coglierebbe l’opportunità di vivere degli attimi indimenticabili.
Ma se questo non è possibile, nel frattempo, potete accontentare la vostra mente con alcuni video o magari, perché no, fare qualcosa di rivoluzionario: comprare una copia fisica di questo album sicuramente originale, fresco e carico di rielaborazioni concettuali forti nella loro carica emotiva.

Contatti:
Facebook Earth Beat Movement
YouTube EarthBeatMovement