ZANNE: 21, 22 e 23 luglio – Catania

2411
Improvviso cambio di location per i live shows del festival catanese che si svolgeranno all’interno del Parco del Castello D’Urso Somma

Garantito il servizio camping spostato anch’esso nella nuova location.
Invariato il programma delle attività collaterali che rimane ai piedi dell’Etna a Nicolosi. Prosegue regolarmente e con le stesse modalità anche la vendita di abbonamenti e day ticket fino ad esaurimento posti

A pochi giorni dall’inizio della IV edizione di Zanne, il festival catanese annuncia il cambio location: dalla prevista sede dei Monti Rossi di Nicolosi, i live shows della manifestazione si spostano all’interno del Parco del Castello D’Urso Somma (via San Francesco La Rena, 15 – Catania) a due passi dal mare. La recente Circolare Gabrielli sulle nuove norme per la sicurezza in materia di spettacoli dal vivo, entrata in vigore dopo i fatti di Torino, ha imposto l’improvviso cambio di location per i concerti. Invariati tutti i servizi previsti, compreso il camping anch’esso spostato nei pressi della nuova location, mentre il programma del Day Time (le attività extra di Zanne) rimane come in origine ai piedi dei Monti Rossi di Nicolosi.

Di seguito la dichiarazione dello staff organizzativo di Zanne:
“Zanne torna a Catania. Si tratta di una scelta forzata a causa delle nuove regole su safety & security introdotte il 7 giugno dopo i drammatici eventi di Torino. La location che era autorizzata prima di tale data, improvvisamente è diventata un teatro degli orrori… impossibile da gestire e da rendere agibile, nonostante le abbiamo provate tutte. Decine di eventi già programmati, a fronte delle nuove prescrizioni, sono stati cancellati… ZANNE NO!  Torniamo a Catania, in un luogo meraviglioso, il Castello D’Urso Somma, una dimora gotica circondata da lussureggianti giardini a due passi dal mare. Siamo riusciti a traslocare anche il campeggio, questa volta con accesso gratuito a una splendida spiaggia con affaccio sul nostro mare… far di necessità virtù ed essere felici!”

Fonte: SBAM Ufficio Stampa



Lascia un commento