The Brain Washing Machine – The Brain Washing Machine

416

 

George Orwell nel suo libro “1984”, ha immaginato una società totalitaria guidata e gestita dal Grande Fratello, paragonabile ad una stretta cerchia di persone che controlla e gestisce il mondo intero grazie ai mezzi di comunicazione e all’influenza che questi hanno sul pensiero e sulla vita stessa delle persone comuni. Forse Orwell ha analizzato la propaganda nazionalsocialista e ne ha dedotto uno sviluppo futuro, ma mai avrebbe pensato che quello che lui aveva immaginato si sarebbe trasformato in realtà.

TheBrain Washing Machine è l’insieme degli impulsi trasmessi al nostro subconscio, grazie alla stampa, alla televisione e più recentemente grazie allo sviluppo degli smartphones che ci tengono incollati ore ed ore ad uno schermo… realtà distorte, consumismo, sensazionalismo, violenza, bufale travisate e tantissime altri impulsi che provano a plasmarci nell’uomo medio che consumi al di la delle proprie esigenze, se la prenda con i più deboli e che non riesca a focalizzare l’attenzione sui veri problemi che lo circondano. Il brano è accompagnato da un videoclip ufficiale diretto da Mikrokosmos Films

 

THE BRAIN WASHING MACHINE

Band heavy rock padovana nata nel 2005 da un’idea di Baldo (voce), Bon (batteria), Muten (chitarra) e Berto (basso), i “TheBrainWashingMachine” iniziano nel 2006 un’intensa attività live che li porterà ad esibirsi in oltre 70 concerti anche a fianco di band come “TheQuill”, “Exilia”, “Di Maggio Connection” e “Airway”, “Karma to Burn” e “OJM”

La prima demo della band, uscita a fine 2006, viene recensita positivamente da numerose webzine e da mensili nazionali come “Metal Hammer” e “Metal Maniac”, risultando per quest’ultima tra le migliori band rock/stoner del 2007. Il promo vanta anche numerosi passaggi radio in Italia (Radio RAI, Radio Sherwood, Radio città Fujiko, Radio Gamma 5) e all’estero (Stati Uniti, Inghilterra, Australia, Olanda, Germania e Francia).

Dopo un periodo con Stefano Ceroni ai fusti, nel 2011 entra a far parte della band un nuovo batterista, Sidd. Il 2011 si rivela un’annata molto creativa e da aprile 2012, la band ricomincia ad esibirsi in previsione dell’uscita del primo disco “Seven Years Later”, il 28 settembre 2013. L’album viene accolto molto bene dalla critica del settore e riceve alcuni riconoscimenti tra i quali:

“Album dell’anno 2013 – I posto” – Nik “Italia di metallo webzine”
“Album dell’anno 2013 – X posto ” – Anna “Grind ontheroad webzine”
“Album oftheyear 2013 – II posto” – Alberto “Press Music magazine”
“Miglior canzone del 2013 – I posto” – Danko – Anna “Grind ontheroad webzine”
“Press music contest 2013 – I posto”

Il 2014 ed il primo semestre 2015 sono densi di attività live per tutto il territorio nazionale, con una breve parentesi in Germania. Ad agosto 2015 la band affronta la prima vera tournè di due settimane nel territorio russo nel “Great Mother Russia Tour 2015”. Ad ottobre 2016 i “TheBrainWashingMachine” entrano allo “Z Production Studio” per la registrazione del secondo lavoro “Connections” che verrà presentato il 21 Gennaio 2017 presso lo storico Vinile Tendencias Room di Rosà (VI)

www.facebook.com/TheBrainWashingMachine




Lascia un commento