SEAL’D IN VAIN, tra reggae e soul: l’intervista

696

Il Seal’d In Vain è un giovane e promettente gruppo di musica reggae e soul con l’intento di creare sonorità fresche ed originali. In questa intervista risponde David, tastierista e cantante, raccontando un po’ le origini della band e le novità.

Come è nato il vostro incontro e la necessità di fare musica?

L’incontro tra me e Jump (chitarrista e cantante) è avvenuto vari anni fa, abbiamo entrambi militato in diverse formazioni di musica reggae e non solo a Roma come per esempio Torpedo, Terradunione, Shanty Band, Acoustic Impact ecc. Dopo numerosi incontri è nata un’amicizia e la volontà da parte di entrambi di creare un progetto originale, con un sound fresco derivato dalla fusione delle sonorità tropicali proprie della musica giamaicana, insieme alla tradizione del folk e del soul americano. Parlando per entrambi la scelta di collaborare è stata dettata dall’indole e la necessità di fare e vivere di musica. Oltre a noi due è stato determinante anche l’apporto di Pietro Sinatra e Davide Ambrogio, rispettivamente batterista e bassista dei Seal’d In Vain.

Perché avete scelto il nome Seal’d In Vain?

Il nome è tratto da una poesia di Shakespeare che parla di amore e sentimenti, come molti dei brani che proponiamo nel nostro repertorio.

Passo al Passo è l’ultimo video. Come è nato questo lavoro discografico?

Passo al passo fa parte di un lavoro discografico complesso che vedrà la luce tra pochissimi giorni in un EP di 6 brani più un remix. In particolare il brano “Passo al passo” segue il primo singolo pubblicato “Too Many Rivers” uscito a novembre. I due pezzi parlano di problematiche sociali e politiche, purtroppo molto attuali in questo periodo legate alle vicende dei migranti e alle guerre che stanno sconvolgendo aree quali Medio Oriente e l’Africa.

Come considerate il vostro stile musicale? Descrivetelo con tre aggettivi

Se volessimo utilizzare delle etichette diremmo sicuramente Tropical, Rock, Reggae.

Perché la scelta di collaborare con l’etichetta discografica RedGoldGreen?

La collaborazione nasce da una conoscenza maturata negli anni che poi è diventata una vera e propria amicizia.

Ogni gruppo musicale ha un sogno nel cassetto. Qual è il vostro?

Che la nostra musica arrivi a più persone possibile e di riuscire a portare il nostro sound anche all’estero, magari proprio nei luoghi da cui la nostra musica trae ispirazione.

Siete in tour? Dove è possibile trovare informazioni sulle date e sulla vostra musica?

Il 9 aprile presentiamo il nostro primo EP e presto contiamo di organizzare un vero e proprio tour. Per ora tutte le informazioni sono reperibili sulla nostra pagina Facebook Seal’d In Vain.

Siete già al lavoro su nuovi progetti o siete concentrati sulla promozione del video?

Siamo già al lavoro su nuovi pezzi che si potranno presto ascoltare dal vivo e non vediamo l’ora di entrare di nuovo in studio per registrarli, seguite il Bradipo!!!!