One… Two… Three… _rESET: #IOSONOLAMUSICACHEASCOLTO

444

Quando si parla di festival spesso si intendono grandi palchi e artisti che si esibiscono sul palco, stand enogastronomici e tante altre situazioni (da qui in poi “situa”).

Il _Reset ti insegna a condividere, a respirare la musica in modo collaborativo e con entusiasmo. Il reset festival è una settimana dedicata alla musica indipendente, dedicata alla cultura.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Le “Situa” sono spesso quelle in cui molti raccontano qualcosa, le loro esperienze, una vera e propria condivisione di progetti.

Non faremo una recensione ai concerti ma alla “situa” che si propone da otto anni sul lungo Po’ a Torino.

L’abile direzione tecnica del CAP10100 e, di The Goodness Factory è riuscita nel tempo a creare un substrato interessato alla musica di nicchia, a quell’underground che, nonostante la qualità superiore rispetto alle proposte mainstream, per ragioni che non andremo a discutere, stenta ad emergere.

Torino ci sta riuscendo, con le difficoltà di tutti ma con la precisione di chi ha l’esperienza e l’attenzione per tutto e tutti. Le buone energie si possono tastare grazie a chi le mette in moto.

Il Reset è un punto nevralgico, un punto di incontro tra artisti e specialisti del settore dove loro stessi diventano il fulcro centrale della manifestazione in qualità di spettatori e protagonisti.

Di questo Reset Festival conserveremo un ricordo prezioso su molte cose, la partecipazione, il cuore degli organizzatori, lo staff, i musicisti, gli specialisti del settore.

Arrivati sul posto ci siamo subito resi conto che la “situa” non è la solita. Incontri e abbracci con collaboratori che incontri una o due volte all’anno ma non solo. Al reset festival ti puoi abituare a vedere anche l’artista famoso che viene ad ascoltare gli altri artisti, a supportarli e a canticchiare le loro canzoni.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Il motto del festival, io sono la musica che ascolto, è molto importante in quanto ci fa capire che il supporto da parte degli altri artisti per un artista indipendente sia assolutamente basilare. Il Reset Festival è anche questo e lo si vede dal dietro alle quinte quando vedi Levante in mezzo al pubblico che canta le canzoni di Cortex.

Poi ti capita di incontrare due ragazzi con i baffi i capelli lunghi che al festival ti vendono il cocco e poi li vedi sul palco a suonare.

Ogni artista è stato protagonista del festival, ogni artista al reset non solo suona ma partecipa a tutto.




Lascia un commento

Copy Protected by Chetan's WP-Copyprotect.