Nuove sonorità per il primo Ep ufficiale dei Baryonyx

546

Abbiamo incontrato i Baryonyx e ci hanno parlato del loro primo Ep ufficiale: Trias.
Anto e Matteo rispondono alle nostre domande!

Intervista a cura di Angela Mingoni

Io partirei subito con la domanda più ovvia. Vi siete scelti un nome mica da scherzo: Baryonyx.
Difficile da pronunciare ma estremamente affascinante!

Anto: Beh un po’ tutti ce lo chiedono e siamo sempre ben lieti di raccontare l’aneddoto. Ad inizio formazione ci chiamavamo “Overdrive” ma visto le innumerevoli band sul suolo italiano e non, abbiamo deciso di passare a un qualcosa di più originale ed “intraducibile”. Abbiamo scelto Baryonyx: era un dinosauro e vista la nostra passione da bambini ci è sembrato figo e inoltre rispondeva in pieno ad entrambi i requisiti prima citati, nessuno ce l’aveva (dopo accurate ricerche da Sherlock Holmes su internet) ed era intraducibile. Baryonyx si dice Baryonyx in tutte le lingue. Per la pronuncia è molto più facile di quel che si pensa vedendo tutte quelle “x” e “y” basta sostituire le “i” alle “y” e il gioco è fatto.

Entriamo subito nella questione Trias. Questo è il vostro primo Ep ufficiale. Qual è il filo conduttore del vostro nuovo lavoro? Cosa unisce le cinque tracce?

Matteo: Si questo è il nostro primo lavoro ufficiale pubblicato da Ghost Record Label e in questo EP abbiamo voluto effettuare un cambio genere passando dal vecchio punk/rock a qualcosa di più elaborato.Abbiamo modificato il sonoro ma anche la tipologia di scrittura andando a parlare di tematiche particolari come,buchi neri e antimateria.
I fili conduttori che uniscono le 5 tracce del EP infatti sono proprio le tematiche paranormali.
Dagli universi paralleli di NoSen ai viaggi nel tempo, fino al butterfly effect dell’ eterea Nuvole di Vetro,il tutto addizionato all’ ultima traccia completamente strumentale Sumi-E, una vera e propria cavalcata nell’universo.

Interessante è anche la derivazione del termine Trias che viene da Triassico.

Matteo: Abbiamo scelto questo nome per quattro motivi.
Perchè è molto breve, perché ci piacciono i tempi,le ere geologiche e i dinosauri ,perché volevamo far intendere la nostra formazione a tre e infine perché volevamo affiancare le tematiche astrofisiche e spaziali dei testi con un titolo che riconduceva all’ancestrale.

Il primo singolo estratto è NoSen, che per altro vi ha portato molta fortuna negli anni, sottolineiamo che voi suonate insieme dal 2009.

Matteo: NoSen è un brano a cui teniamo molto,è il nostro cavallo di battaglia,la nostra bandiera di riconoscimento.
E’ un pezzo molto energetico e veloce suonato su tre accordi ed è stato il primo del suo genere.
Nel corso degli anni ci ha permesso di acquistare molta visibilità e notorietà nella nostra città e in provincia soprattuto per il suo primo verso “Vorrei distruggere il mondo e farlo come dico io”.
Con questa canzone siamo stati passati in tv (su Mediaset),in molte radio e siamo rientrati in compilation come VS THE WORLD VOL 9 creata in digitale dalla Distrophonix di Baltimora o ITALY LOVES ROCK prodotta da Noloser Record al fianco di gruppi importanti come Shandon,Velvet,Vallansaska.

Se doveste descrivere la vostra musica.

Anto: Se dovessi descrivere la nostra musica in una sola parola direi “originale”. Non è per fare lo sbruffone ma penso davvero che il nostro sound sia unico. Abbiamo unito le nostre passioni musicali completamente divergenti che vanno dall’hard rock anni ’80, all’elettronica di oggi passando per il britpop ed ecco il risultato. Ci hanno affiancato ad alcune band italiane come sound, ad esempio ai “Subsonica”, ma penso ascoltando i nostri pezzi si colga subito un qualcosa di diverso. Spero che questa nostro melting pot musicale ci possa portare lontano.

E concludiamo chiedendovi dove sarà possibile sentirvi dal vivo nei futuro prossimo.

Anto: Abbiamo un primo mini tour appena stilato dalla nostra Ghost Label Record che ci porterà da prima a Calenzano al Factory Club il 16 Gennaio e poi il 24 all’Elvis Fan di Stagno (LI). A Febbraio saremo il 16 al Route66 di Asciano (PI) e il 3 Marzo al Santacroce Rock City. Ci potrebbero essere ulteriori date e aggiornamenti quindi vi consiglio di rimanere sintonizzati sulla nostra pagina facebook (facebook.com/baryonyxband) o sul nostro sito ufficiale (baryonyxband.com) dove troverete tutte le news e le date.

Grazie ragazzi ed in bocca al lupo!

Contatti:
Sito baryonyxband
Facebook baryonyxband
Twitter baryonyxband
YouTube Baryonyx Band