Makepop: “Uno stile di vita una filosofia di vita”

924

 

 

1.Ciao, puoi presentare il progetto Makepop al pubblico di Radio Tweet Italia?!

I Makepop sono un progetto musicale che propone anche uno stile vita e una filosofia a monte. Il nostro proposito è di rivalutare la canzone come momento di libertà creativa ispirandoci a modelli del passato come Beatles, Beach Boys, Pink Floyd, Duran Duran, Billy Joel, Queen, attingendo anche dalle hit pop anni 90 e 2000. Il progetto da importanza alla melodia, all’armonia e ai testi e non segue nessuna moda del momento, ma semplicemente quello che la musica suggerisce durante la composizione dei brani. Si seguono gli istinti e i suggerimenti del processo creativo stesso.

2.Sappiamo che da poco è uscito il tuo album “How Many Others?” vuoi spedere qualche parola riguardo a questo album?

Il titolo dell’album “How many others?” è anche il titolo della canzone che apre di disco e si riferisce proprio al “parto” musicale e creativo in generale.  Quante altre canzoni chiederanno di essere suonate o inventate, di quante altre ci feconderà “MADRE MUSICA”, affollandoci la mente. Le canzoni sono come creature imprigionate che chiedono di essere realizzate e una volta realizzate non riusciamo a liberarcene e le suoniamo in giro per il mondo centinaia di volte. La filosofia del disco è questa. E’ la musica che ci guida, noi siamo solo dei mezzi in cui essa si esprime. Con la nostra individualità diamo sfumature diverse al suo irruente flusso.

3.Ti sei ispirato a qualche sound in particolare per la stesura di questo lavoro?!

Come dicevo le mie ispirazioni sono molteplici, essendo un divoratore ossessivo di musica: Queen, Billy Joel, David Bowie e Morgan principalmente. Ma aggiungo anche Aqua, Youssou’n’Dour, Abba, Katy Perry, Blur, Faith no More e tanti altri. Questo Album è molto variegato anche a livello musicale (c’è la dance, il rock, il soul, il funk e brit-pop). Ci sono ballad d’amore e pezzi più tirati e allegri.

4.Non abbiamo ancora visto nessun singolo ufficiale legato ad “How Many Others?”, è previsto qualche singolo per il prossimo futuro?! Se si, puoi darci qualche anticipazione?!

Annuncio che il primo singolo sarà ” Keep Still”, la seconda traccia dell’album, di cui uscirà anche un videoclip verso fine Novembre.

5.Abbiamo visto che sei molto prolifico a livello mediatico ultimamente rispetto al passato, che qualche segreto dietro tutto questo?!

La canzone è una di quelle più brit-pop con momenti musicali molto diversi all’interno, abbiamo girato per questo brano un video slegato dal testo, ma che è una sorta di parodia/critica dell’estetica del mondo pop e commerciale. Molto divertente, direi.

6.A livello live, ci sono show per promuovere il lancio del nuovo album?!

Abbiamo appena presentato ufficialmente il disco alle “Officine Ferroviarie” di Torino, facendo uno spettacolo in pompa magna con una band di 8 elementi (coriste, sax, tastiere, oltre ai soliti batteria, chitarra e basso). Abbiamo qualche data in programma nel mese di Novembre e ci impegneremo a suonare il più possibile, anche fuori dal Piemonte.

7.Hai qualche ringraziamento da fare?!

Ringrazio sicuramente Sorry Mom! che mi ha portato qui da voi, inoltre tutte le riviste web che stanno dando spazio al mio progetto. Inoltre dico grazie a tutte le persone che credono nei Makepop, i musicisti che collaborano con me e chi ha partecipato alla creazione dell’album.

8.Puoi fare un saluto ai lettori di Radio Tweet Italia?!

Ragazzi di Radio Tweet Italia vi saluto calorosamente e vi invito a seguire la pagina facebook Makepop e di ascoltare il disco “how many others” nei digital store. Grazie per avermi ascoltato e a presto. 




Lascia un commento