LO FI PUNK POST GRUNGE DEI DISSOCIATIVE

131

DISSOCIATIVE
Presenta
Ice Cream
Norway Records

Dissociative sono un duo ironic/punk/folk/rock nato a Liariis di Ovaro (quota 700 s.l.m, middle of nowhere) a giugno 2017. Tra un caffè e un altro hanno pensato di smettere di bere caffè e fare qualcosa di più produttivo! Iperproduttivi, hanno già pubblicato due dischi (Tropical Island, Classic videogame). Oggi arrivano alla pubblicazione del nuovo album. Un disco che è vicino a suoni e vibrazioni che possono ricordare i Green Day, Nirvana Blood hound gang o Weezer, ma tutto rivisto in chiave elettrica molto particolare. Basso devastante, propensione al pop sfrenata, e chitarra voce e batteria volutamente sblilenche ed alcoliste. Semplicemente bello da ascoltare, senza avere pretese di rivoluzionare il mondo rock.

Come definiresti con quattro aggettivi la tua/vostra musica?
Punk..spensierata..sincera..tranquilla

Come si intitola la tua/vostra ultima fatica discografica e come è stato il percorso di produzione della stessa?
Si intitola “ice cream”.. Le tracce sono 10 e parlano scherzosamente e ironicamente della loro vita tra i monti e i gatti. Il genere si ispira al punk californiamo dei green day e bad religion passando anche per il “comic rock” dei bloodhound gang e il grunge dei nirvana . La registrazione è stata fatta in autonomia nel nostro piccolo studio casalingo.Per il mix e il master ci siamo avvalsi dell importante aiuto dell amico amico Luca Rainis, ormai un punto di riferimento fin dagli inizi di questo progetto!!” Nothing” e “Move the washing machine” sono le uniche 2 canzoni registrate al “Angel’s wings recording studios”.
Se ti chiedessi quanta gente “mi porti” ad un tuo concerto, come reagiresti?
Sorridendo.. e ti direi pochi forse.. perché il nostro ormai è un genere fuori moda e anche noi non siamo più tanto giovincelli ma ci divertiamo a suonare e continuiamo su questa strada.

Quanto sono importanti i social per la tua/vostra musica?
Facebook ..istagram e spotify

A quanti concerti di musica di altri artisti indie sei stato negli ultimi sei mesi e cosa ne pensi dell’underground indipendente?
Non so nemmeno cosa voglia dire indie.  sono stato al punk rock holiday a vedere gli offspring e poi vado a concerti dei gruppi locali perché abito sperso nelle montagne e quindi in zona non c’è mai niente quasi.




Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.