Intervista a Giulia Mazzoni: Giocando con i bottoni ed il videoclip ufficiale

844

Intervista a cura di Angela

Venerdì 3 Ottobre è uscito il videoclip d’animazione di Giocando con i bottoni, primo video del primo singolo estratto dall’album d’esordio di Giulia Mazzoni.

Ciao Giulia e grazie per il tempo che ci dedichi!

Classe 1989. Giovanissima, sei già un’ottima pianista, vorresti raccontare un po’ ai nostri lettori quando e come nasce il tuo amore per il piano?

Il mio amore per il piano è nato per caso. Un giorno ho incontrato questo meraviglioso strumento e non ci siamo più lasciati.
Ero alle elementari e durante una ricreazione ho scoperto questo amico. Ricordo che quel giorno stavano provando e rimasi incantata ad ascoltare l’esibizione.
Ogni volta che potevo e la stanza era libera correvo e giocavo liberamente con quel pianoforte. Successivamente ho rivelato ai miei genitori questa mia passione e mi hanno appoggiato permettendomi di studiare musica, prima alla scuola di musica Verdi di Prato e poi al conservatorio Verdi di Milano.

Quali sono le tue influenze musicali e soprattutto cosa ti facevano ascoltare i tuoi genitori?

Le mie influenze musicali spaziano e variano senza limiti.
Ho una formazione classica e amo la musica classica ma ascolto e mi piacciono molto anche altri generi come il rock, elettronica, pop.
Le mie influenze derivano dal mondo della musica classica ma anche dalla musica da film, il minimalismo e la musica contemporanea.
I miei genitori non sono musicisti ma sono sempre stati amanti della musica. La domenica mattina mi svegliava sempre una musica diversa. Dalla “voce del padrone” di Battiato alla colonna sonora di Jesus Christ superstar, da Beethoven ai Queen e via dicendo.
Inoltre mio padre ha sempre avuto una predilezione per i cantautori.

La cosa più affascinante sta nel fatto che non ti limiti ad interpretare opere classiche, ma fai tua soprattutto la modernità e la musica contemporanea. Scelta coraggiosa.
Hai ma attirato critiche?

Quando proponi un progetto di questo tipo ti esponi inevitabilmente a un giudizio.
Sono arrivate molte critiche positive e bellissimi riconoscimenti ma anche critiche negative. Entrambe sono state utili per comprendere meglio il mio lavoro da un punto di vista esterno. 
Le critiche servono per crescere.

Il tuo nuovo singolo si intitola “Giocando con i Bottoni”, un pezzo delicato ed estremamente malinconico. Mi piacerebbe me lo raccontassi .

Giocando con i Bottoni è una composizione che nasce dal ricordo di un episodio del passato vissuto in prima persona e che cerca di trasmettere, nel presente, l’idea e il desiderio di una riscoperta di quei valori legati alla semplicità, ingenuità, sguardo incantato che fa parte del magico mondo dei bambini. L’emozionarsi per le piccole cose, per la bellezza che ci circonda. Una capacità che da adulti in parte perdiamo.
Quando ero bambina amavo sedermi dentro una cesta e giocare con dei bottoni colorati. Questi oggetti erano magici. Viaggiavo con la mente, costruivo storie, vivevo avventure. Mi emozionavo con questi oggetti così semplici.
Ho avuto la fortuna di riprovare questa sensazione di estrema libertà e fantasia quando ho toccato i tasti del pianoforte. Oggi questi tasti sono i miei bottoni. 

Esiste un videoclip che accompagna il singolo, uscito venerdì 3 ottobre, per la regia di Hermes Mangialardo e girato in animazione.
Prima di tutto perché scegliere Hermes come regista e poi vorremmo guardarlo attraverso i tuoi occhi.

Ho conosciuto Hermes Mangialardo grazie al mio produttore Riccardo Vitanza. Mi sono innamorata del suo lavoro ed insieme abbiamo scelto uno stile grafico e costruito una storia che fosse in grado di vestire al meglio “giocando con i bottoni”. Dal nostro confronto è nato questo video in animazione che vede il cammino di una ragazza in un mondo fantastico abitato da Mongolfiere, strade di nuvole, bambole animate.
È la storia di una persona che insegue un sogno e riesce a toccarlo.

Giocando con i Bottoni  è il tuo album d’esordio; che mescola il pop rock ad influenze minimaliste. Come convivono queste due parti all’interno del tuo nuovo lavoro?

In Giocando con i Bottoni le influenze sono tante. Sicuramente la musica romantica, il minimalismo hanno avuto un ruolo dominante ma io non scelgo quale musica usare è lei che decide di alzare la voce liberamente.

In bocca al lupo per la tua carriera!

Ed adesso godetevi il videoclip di Giocando con i Bottoni!

Contatti:
Sito giuliamazzoni
Facebook giuliamazzoniofficial
YouTube GiuliaMazzoniVEVO