Il Salotto di Malcom: ISOCI

660

Tempesta di ruggine e sapore di pop. Rock vero ragazzi, quello suonato, quello arrangiato con le mani e senza computer. In questo salotto di periferia invito a sedere 3 veri e propri animali da palcoscenico, che di giorno mettono la faccia con gente famosa e di notte mettono la pelle con le proprie scritture. Il cuore? Quello non manca mai. Sono ISOCI che escono con un Ep che entra subito in classifica iTunes. Si intitola “Non è più tempo per le rockstar”…hanno mica torto? Mi piace tantissimo. Mi piace soprattutto che non hanno acquistato programmi per farlo. Suonano davvero…ed è altrettanto “davvero” che loro sono quello che dicono di suonare. Dalle righe di Sonyca arriva grandissimo rock made in Italy…

Crisi della musica e crisi del rock. Facile cantarla…lo fanno tutti. Voi siete Rock per davvero…davvero?
Abbiamo scritto delle canzoni,ci siamo pagati prove e studio di registrazione,un ufficio stampa per promuovere il lavoro,un videoclip..Questo oggi ci sembra molto rock..Cantare effettivamente é la cosa più facile.

Encomio nel non sperperare ad uso e consumo il nome dei Litfiba per farvi conoscere. Io invece voglio usarlo. Come e quanto Pelù e compagni stanno pesando sul vissuto de ISOCI?
Affatto..Anzi,possiamo solo esprimere gratitudine per avere avuto l’opportunitá di far parte della storia di una grandissima band ! Che ci ha permesso di conoscerci e dare vita a I SOCI

Ascolto il singolo “Vivo più che mai” ed è “carne”. Ascolto “Siamo quelli” ed è pesce. Ascolto “Non è più tempo per le rockstar” ed è cioccolato. E non ho usato le metafore a caso…insomma ISOCI a chi stanno dando da mangiare? Un po’ a tutti…evviva la democrazia?
La prospettiva andrebbe invertita : A noi piace il pesce ma anche la carne e la cioccolata..Ci piace il pasto completo..E sicuramente al nostro tavolo vogliamo avere compagnia perché ci divertiamo di più ! Ironia,riflessione,energia positiva ed un po’ di provocazione come condimento..Ma niente rabbia,in giro ce n’é fin troppa..Quella non é nel nostro menù

Bellissimo impatto rock. Energia. Sapore di casa nostra. Come mai niente trasgressione e imprese digitali provenienti dal futuro (potenti sfruttare il buon Sago dalle tastiere multicolore?)
Perché abbiamo trovato un altro equilibrio..E la trasgressione fine a se stessa non ci appartiene..C’é comunque un fattore cantautorale nei brani de I SOCI..Zanna,che é l’autore principale, tende ad usare altri mezzi nel suo linguaggio,come l’ironia,la riflessione e la provocazione

Con ISOCI restiamo incollati alla Madre Terra. Non c’è dubbio. Eppure questa Madre Terra non ne vuol sapere di dar voce a chi non è parte della cerchia degli eletti mediatici. Quindi il vostro ROCK a chi arriva? Perchè tanto sacrificio…direbbe melanconicamente qualcuno…a che serve?
Serve alla nostra gioia di aver fatto qualcosa di bello,fregandosene delle aspettative e dell’élite..E poi perché non credere di poter contribuire ad un’onda diversa ?? Noi ci crediamo !
Magari la nostra musica arriverá proprio a chi affronta ancora la vita con un po’ di spirito critico..E coraggio di fare..A te per esempio ?

Tempesta e polvere e poi romanticismo e qualcosa di bello da riportare a casa…non manca niente. Il disco de ISOCI piace e non lo dico per fare pubblicità. Il click doveroso sul nuovissimo video…la cui fattura non lascia spazio ad altri commenti. Play Loud gente…




Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.