I MISTY MORNING raccontano il loro primo lavoro discografico

1039

FRONTE CD

Come è nata la band e perché la musica reggae?

La band è nata nel 2012 dopo una esibizione che vedeva sul palco i giovani Jahmendo. Fui chiamato come ospite per creare un piccolo showcase dove la band stessa mi fece da Riddim Band solo per l’occasione. Quel live è stato il “Trampolino di lancio” (se lo vogliamo chiamare così) per la band. Iniziammo a vederci spesso per arricchire la scaletta con dei pezzi che io avevo già e che cantavo solamente in serate Dancehall, e tutto si creò così, un mix tra feeling, passione e amore  per la Reggae music.

Il vostro paese di origine è Serramanna, com’è la scena musicale in Sardegna?

Serramanna è vista un po’ come il “covo” degli artisti, in quanto piena di  cantanti musicisti vari e non solo. Infatti nel nostro paese c’è racchiusa una bella parte della scena reggae sarda come per esempio i due cantanti dei Train To Roots, i Mamavibe, Sista Namely e tante altre nuove leve. La scena musicale in Sardegna è abbastanza stabile e buona per quanto riguarda la reggae music.

The Misty Morning il vostro primo lavoro discografico, come è nato?

Il disco è nato sopratutto perché sentivamo il bisogno di farci sentire il più possibile, e  per noi isolani non è molto facile uscire dalla Sardegna per farci conoscere, quindi abbiamo deciso di incidere questo Ep in attesa dei lavori più grossi (ai quali stiamo già lavorando) per proporci dove non ci conoscono ancora.

Ci sono due interessanti collaborazioni, cosa volete dire a riguardo?

Le due collaborazioni ci colorano un po’ di più il prodotto, infatti per questo Ep abbiamo scelto di inserire Kg man perché un pezzo come “WHY” secondo me aveva bisogno sia di una collaborazione ma anche di un flow differente dal mio che comunque suonasse bene su quei suoni. “STRONG INNA ROOTS” invece, altro featuring, abbiamo scelto di registrarlo con Rootsman I (in quanto produttore anche lui assieme al fratello Tonisan della CUBAREC LAB) prima di tutto perché tra di noi della scena ci piace collaborare, poi perché è uno dei singer più attivi della scena.. e poi.. è sempre un piacere ospitare i fratelli nei nostri lavori discografici.

Quali artisti della scena black avete come punto di riferimento?

A dire la verità non abbiamo degli artisti in particolare da cui ci ispiriamo, per chi non lo sa la band è numerosa e i gusti musicali sono molto vari, come sound cerchiamo di tenere una linea molto moderna, infatti l’Ep è quasi tutto in chiave digitale.

Il gruppo è nato nel 2012, in tre anni di vita musicale quale esperienza positiva e quale negativa ricordate? Perché?

Beh diciamo che come tutte le band abbiamo avuto esperienze positive e negative nel corso di questi tre anni, che a dir la verità non le ricordo neanche tutte, però la più positiva è stata quando arrivammo primi in un  concorso musicale e partimmo tutti assieme a Sarajevo per un concerto nel 2012. Una trasferta che ha forse cambiato il percorso della band.

Lasciate i vostri contatti a chi sta leggendo l’intervista

Per chi volesse stare in contatto con noi invito a cliccare mi piace sulla pagina Facebook “The Misty Morning” o scriverci a [email protected]

Grazie per lo spazio da tutta la band, vi auguriamo buon lavoro e buona vita.