I Kaos India si raccontano al pubblico di Radio Tweet Italia

284

 

1.Ciao Kaos India, presentatevi.

Ciao a tutti voi di RadioTweet, i Kaos India sono formati dal cantante Mattia Camurri, dal chitarrista Fresh, dal bassista Vincenzo Moreo e dal batterista Joe Schiaffi.

2. Kaos India, come, quando e perchè?!

Il gruppo è nato nel 2011 nell’unico vecchio complesso di grattacieli costruito negli anni 70 a Modena. I primi tempi sono un cocktail a base di feste, notti interminabili e tanto lavoro fatto al quarto piano di un decadente palazzo con vetrate sulle luci della città. Sono anni vissuti davvero intensamente. Tra il 2011 ed il 2015 abbiamo realizzato due EP ed un album totalmente autoprodotti, abbiamo suonato tantissimo dal vivo percorrendo migliaia di chilometri e accettando ogni tipo di ingaggio, trovandoci a suonare nelle situazioni più varie e surreali ehehe.

3. Qual’è il vostro sound e band di riferimento?!

Le nostre principali influenze musicali arrivano da King Of Leon, Oasis, Kasabian, Foals, Arctic Monkeys. In generale da tutta la scena Brit-rock con qualche attenzione anche all’indie-rock americano.

4. Abbiamo visto “Don’t Stop”, bellissimo video, volete parlarcene?!

Grazie mille per il complimenti. “Don’t Stop”, nasce dalle nostre esperienze di tour. Per raccontarne una ricordiamo un locale in Serbia alcuni anni fa in cui suonammo dopo un viaggio interminabile. Il gestore del posto ci accolse offrendoci un giro di birre dicendo poi che le altre avremmo dovuto pagarle ma che potevamo bere gratuitamente tutta la Rakija che volevamo/riuscivamo. Potete immaginare le nostre condizioni a fine serata. L’accommodation che ci avevano fornito sembrava uscita dal film Trainspotting (soprattutto il bagno) e dopo un paio di scomode ore di sonno fatte alle prime luci del mattino metà di noi corse fuori a restituire abbondanti quantità di Rakija al suolo serbo e l’altra metà la rese al lavandino dell’alloggio che però, essendo sprovvisto di tubo di scarico, preferì riversarla sulle nostre scarpe. Avendone avuto abbastanza decidemmo così di rimetterci in cammino ed affrontare le altre otto ore di viaggio che ci separavano dalla data successiva.
Questa ed altre vicissitudini hanno ispirato la canzone che è fondamentalmente un invito a non mollare, anche quando stai nuotando in un mare di merda o quando un lavandino senza scarico sta imperversando sui tuoi piedi la notte appena passata.

5. Vi reputate parte della “scena” Rock italiana, oppure vi sentite più esterofili?!

Ci reputiamo sicuramente parte della scena Rock italiana in quanto italiani, tant’è che conosciamo tantissime brave band italiane che fanno musica con cantato in inglese. La scelta di usare la lingua inglese nella scrittura dei testi non è per una questione di esterofilia, ma per un discorso di gusto personale, secondo la nostra opinione le nostre sonorità strumentali si sposano molto meglio con la lingua inglese che con l’italiano, inoltre il nostro sogno sarebbe quello di poter portare la nostra musica anche al di fuori dei confini della nostra penisola.

6. Com’è site approdati in Universal Music?!

Il produttore artistico è quella figura mitologica da molti sconosciuta che permette ad un gruppo musicale di raggiungere il 100% della propria potenzialità. E’ quella persona in grado di trasformare un diamante grezzo in uno raffinato. Questa persona nel nostro caso è Pietro Foresti, ha curato tutta la parte di pre-produzione, mix e mastering. Dopo la produzione dell’album ci ha anche fatto da tramite trovando il contatto con Universal, è così che siamo arrivati a firmare con loro.

7. Fatevi una domande che avreste voluto ricevere e rispondetevi.

Cosa ci si deve aspettare dal prossimo album in uscita a gennaio 2019? Kaos India sinceri ed autentici come sempre ma in maniera più definita, più fresca e con meno fronzoli. L’album che sta per uscire è frutto di un duro e lungo lavoro e finalmente sentiamo l’amalgama completa. E’ sicuramente per noi più che un punto di arrivo un nuovo punto di partenza. Siamo positivi per il futuro.

8. Grazie mille per il tempo dedicatoci, salutate in nostri lettori.

Ciao a tutti i lettori dei RadioTweet speriamo di rivederci presto, se non l’avete già fatto seguiteci su Instagram o su Spotify che ne vedrete delle belle. A presto, un abbraccio. KAOS INDIA




Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.