I Gunash si raccontano nuovamente al pubblico di Radio Tweet Italia

362

 

1. Ciao ragazzi è un piacere ritrovarvi, come stanno procedendo le cose?!

Ciao! Piacere nostro! Le cose stanno procedendo piuttosto bene, l’album sta ricevendo ottime critiche ed il “Great Expectations Tour” procede alla grande, sempre in aggiornamento con nuove date, quindi noi non possiamo che essere soddisfatti.

2. Abbiamo visto che state facendo parecchie date a supporto del tour del vostro “Great Expectation”, come stanno andando questi live?!

I live stanno andando a gonfie vele. I prossimi appuntamenti saranno: il 25/11 al Castle Rock Pub di Vercurago (LC); il 26/11 al Lido Mad Hops di Marone (BS); il 22/12 al Circolo Mezcal di Savigliano (CN); il 28/12 al Rock’N’Roll di Rho (MI); il 29/12 all’ Isla de Tortuga di Garlate (LC); il 30/12 a La Salita 96 di Lissone (MB); il 20/01 al Dedolor Music Headquarters di Rovellasca (CO). Come vedete, un calendario bello fitto! Non mancate!

3. Da poco abbiamo visto che è uscito il vostro nuovo singolo “Need To Bleed” volete parlarci un pochino del vostro secondo singolo?!

Need To Bleed” parla del nostro rapporto di sudditanza con i mass media, di come essi ci condizionino la vita; è un brano che ci esorta a “leggere tra le righe” delle informazioni che ci vengono date, per capire cosa c’è davvero sotto. E’ un monito a non perdere di vista la realtà, a farci un’ opinione “nostra” sulle cose. Il brano è la traccia che apre l’ album ed è stato registrato ai Fonogenic Studios di Van Nuys, Los Angeles, con la produzione artistica di Rami Jaffee dei Foo Fighters.

4.  Il video è un estratto del vostro live al Whisky A Go Go?! Quando avete suonato in questo storico locale di L.A.?! Era un occasione speciale?!

Nell’ ottobre 2015 abbiamo iniziato le registrazioni dell’ album ai Fonogenic Studios e con questa occasione abbiamo affiancato un tour in California. Abbiamo avuto l’ onore di suonare al Whisky A Go Go come Headliners, a fianco di altre ottime bands americane e sicuramente per i Gunash è stata un’ occasione speciale.

5. Avete qualche altra cartuccia in canna per il vostro album?! Ci potete dare qualche anticipazione?!

Oltre a volerlo proporre live sempre al nostro meglio, stiamo valutando l’ ipotesi di girare un altro video, ma siccome ci piacciono le sorprese, non vi diciamo di più:-).

6. Ricordiamo che la band è molto legata al tastierista dei Foo Fighters, Rami?! Come siete entrati in contatto con lui?!

L’ incontro con Rami è nato in amicizia e reciproca stima, c’è un rapporto professionale e amichevole, stimolante e rilassato. Insomma, i nostri incontri sono piacevolissimi. I Gunash hanno registrato ai suoi Fonogenic Studios di Los Angeles e poi Rami è venuto da noi in Italia a registrare al Go Down Studio, in qualità di tastierista e Produttore Artistico.

7. Piani per il futuro?! Ascoltando il disco secondo noi ci sono almeno altri due singoli?! Che dite?!

In effetti “The Killing Silence”, la ballata che chiude il disco, è un potenziale terzo singolo, così come lo sono “Sicktown” e “Mirror”. Ci stiamo già muovendo in tale direzione e presto metteremo in rete uno di questi brani.

8. Fate un saluto ai lettori di Radio Tweet Italia!!!

Con piacere! Salute a te che stai leggendo e così facendo sostieni Radio Tweet Italia! Seguite i Gunash sul Sito Ufficiale www.gunashmusic.com e sui Social, e se è Rock per le vostre orecchie, acquistate il nostro nuovo album “Great Expectations”, disponibile in Cd, Vinile Classico e Vinile Bianco in edizione limitata. Lo trovate anche sulle migliori Piattaforme Digitali. Non solo dischi, ma anche fighissime magliette e gadgets! Alla prossima, ragazzi! Rock On!




Lascia un commento