FRANK ci svela i segreti della sua “Crisi D’astinenza”

146

 

1.Ciao FRANK, presentati al nostro pubblico.

Ciao a tutti! Sono Frank, ho 22 anni e sono un cantautore. La musica è mia amica da sempre, suono infatti da quando avevo 6 anni. Tutto è cominciato dal. Mio pianoforte, passando per la chitarra, fino ad arrivare al canto.

2.Sembra sempre una domanda banale ma perchè hai scelto questo nome?!

In tanti mi fanno questa domanda, in effetti sarei curioso anche io al posto loro haha, essendo il mio vero nome Mattia.

Tutto è nato per gioco, quasi per caso. Diversi anni fa, in una serata tra amici, uno di loro, Samuele (Sami) che saluto, ha iniziato a chiamarmi Frank, ricordandomi che alle scuole medie durante le ore di educazione fisica indossavo sempre la maglia di Frank Lampard. Da quel momento tutti hanno iniziato a chiamarmi Frank. Il nome mi piaceva e così ho deciso di tenerlo.

3.Qual’è il tuo sound di riferimento e gli artisti che ti hanno maggiormente influenzato?!

Il mio background musicale appartiene molto all’alternative rock. I Biffy Clyro sono la band che artisticamente apprezzo di più. Oltre all’alternative rock, spazio da sonorità più pesanti come quelle dei Bring me the horizon, al Brit pop dei The 1975, arrivando fino a Taylor Swift e Thegiornalisti.

Diciamo che mi piace ascoltare cose molte diverse tra loro in modo da fondere tutte le influenze nella mia musica.

4.”Crisi D’astinenza” è il tuo primo singolo, che ne vuoi parlare?!

Crisi D’astinenza” è un brano a cui tengo molto, non solo perché è il singolo d’esordio ma anche perché è la canzone che ha segnato la svolta nel mio percorso musicale. Questa canzone è rivolta a tutti quelli che come me hanno perso qualcosa o qualcuno e di conseguenza anche tutte le situazioni e sensazioni legate ad essi. É uno sguardo verso ciò che è stato e ciò che è adesso. L’ho scritto in un momento di apparente stallo, come quando stai con gli occhi chiusi chiuso dentro una stanza aperta.

5.Cosa ci dobbiamo aspettare dal tuo futuro?!

Non vedo l’ora che tutti possiate sentire cosa ho in serbo per voi. Mi piace molto stupire i miei ascoltatori e per questo non sto nella pelle a farvi sentire i prossimi lavori. Ho la testa che va a mille in questo momento e sto già scrivendo moltissime cose nuove. Preparatevi perché arriveranno cose bellissime.

6.Fatti una domanda che avresti ti avessimo fatto noi… E risponditi.

Dove vuoi arrivare con la tua musica?

Con la mia musica essenzialmente esprimo il mio modo di vedere le cose. E’ lo strumento che mi permette di aprirmi al 100%, proprio per questo vorrei riuscire ad occupare e ritagliarmi uno spazio importante nel panorama italiano e internazionale, in modo tale che tutti possano ritrovarsi in una maniera o in un’altra in un mio testo o semplicemente in una frase che abbia suscitato in loro un qualcosa.

7.Grazie per il tuo tempo, puoi salutare i nostri lettori.

Grazie a voi per la bella intervista! Saluto tutti gli amici di Radiotweetitalia è stato un piacere chiacchierare con voi!




Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.