Don Preston e Bunk Gardner in concerto a Trieste

1073

Jam Session in Trieste 2015”
DON PRESTON e BUNK GARDNER
dei “Mothers of Invention” – storica rock band di FRANK ZAPPA

 

Domani sera, Mercoledì 28 Ottobre, il Teatro Miela Bonawentura di Trieste ospiterà un evento unico ed imperdibile; Don Preston e Bunk Gardner in Jam Session.

Niente di nostalgico nel rientro di Don Preston a Trieste dopo circa 60 anni.
Il musicista statunitense ritorna e reincontra una città in cui negli anni ’50 ha suonato e si è esibito con la Big Band dell’ esercito degli Stati Uniti, diretta da Herbie Mann. Oggi si accompagna con Bunk Gardner, sassofonista e partner, della grande esperienza dei “Mothers of Invention” di Fran Zappa.

L’associazione ARIA’ a.p.s. ed il Club Zyp a.d.v. – associazioni che operano con il Dipartimento di Salute Mentale ed il Dipartimento di Alcologia dell’AAS 1 di Trieste – intercettano la presenza in Europa, ad Oslo, dei due musicisti statunitensi e gli propongono un incontro per vivere una esperienza di formazione musicale con le due Band musicali associative degli “Scordati” e della “Grande Orchestra dello Zyp”.
Band costituite anche da persone che hanno attraversato l’esperienza della salute mentale.
L’obiettivo è quello di offrire ai soci musicisti un incontro formativo di altissimo livello qualitativo.

L’esperienza si arricchisce della adesione del Conservatorio di Musica “Tartini” che organizza nella propria Aula Magna una Master Class di due giorni dedicata ai propri studenti ed hai componenti delle due Band associative.
Con tanto di concerto finale.

Infine, ma non ultima, la generosa disponibilità della Cooperativa Bonawentura/Miela che mette a disposizione il Teatro Miela ad un costo sociale estremamente contenuto. Questo proprio per consentire a tutti di partecipare alla “Jam Session in Trieste 2015”.
Incontro musicale in cui Don Preston e Bunk Gardner potranno esibirsi per il pubblico di estimatori delle musiche di Frank Zappa in compagnia di alcuni “giovani” musicisti triestini con cui negli anni ’50 si è iniziata una straordinaria carriera musicale.

Niente di nostalgico, quindi, nel rientro di Don Preston a Trieste dopo circa 60 anni. Solo una eccezionale vitalità è voglia di incontrare, re-incontrare e fare musica insieme.

Il concerto ha inizio alle ore 21.00.

DON PRESTON

Donald Ward Preston, conosciuto soprattutto come Don Preston ma anche come Dom DeWilde e Biff Debrie (Flint, 21 settembre 1932), è un pianista e tastierista statunitense. Famoso per la sua collaborazione con Frank Zappa e le Mothers of Invention, tra i molti artisti con cui ha suonato vi sono i jazzisti Gil Evans, Nat Cole, Charlie Haden, John Carter e Carla Bley.[2] È considerato uno dei pionieri della musica elettronica[3] per essere stato tra i primi ad introdurre sintetizzatori e tastiere nel rock e nel jazz. Non va confuso con l’omonimo chitarrista che negli anni settanta suonò con Joe Cocker e Leon Russell.

Biografia
Nato in una famiglia di musicisti, il padre Donn era un trombettista e compositore di successo, Preston iniziò a suonare il piano a 5 anni. Le prime esperienze jazzistiche di una certa importanza furono durante il servizio militare, svolto a Trieste dal 1951, quando conobbe e suonò con Herbie Mann e Buzz Gardner, fratello del suo futuro compagno nelle Mothers of Inventions. Fu in quel periodo che iniziò a suonare il basso. Al ritorno in patria si esibì al West End Cafe di Detroit con diversi jazzisti famosi, tra i quali Tommy Flanagan, Elvin Jones e Yusef Lateef. Nel 1958, entrò come pianista nell’orchestra di Hal McIntyre e fu ingaggiato per la tournée canadese di Nat King Cole.
Trasferitosi a Los Angeles, Preston ebbe modo di collaborare con il pianista Paul Bley, il bassista Charlie Haden ed il trombettista Shorty Rogers. All’inizio degli anni sessanta risale la sua passione per la musica elettronica, maturata con l’ascolto dei lavori di Luciano Berio e Karlheinz Stockhausen e suonata con l’utilizzo di moog e sintetizzatori. Divenne un pioniere dell’elettronica e fu il primo a suonare un sintetizzatore in una band. In questo periodo conobbe Frank Zappa, con il quale condivideva l’interesse per la musica sperimentale. Il debutto nel rock and roll avvenne nel 1965 con i Forerunners e nel 1966 Zappa lo volle per il secondo disco delle Mothers of Invention, Absolutely Free.
La collaborazione con il chitarrista sarebbe continuata fino al 1974 e il contributo di Preston con strumenti elettronici fu importante negli album di Zappa. In quel periodo fu anche direttore musicale nel laboratorio teatrale-musicale di Meredith Monk a New York. Sempre in quegli anni, Preston introdusse l’uso delle tastiere elettroniche anche negli album di Gil Evans e Carla Bley. Altre collaborazioni importanti negli anni settanta furono quelle con la fusion dei Brecker Brothers e Chick Corea, nonché negli album di Leo Sayer. Di rilievo il suo contributo nella colonna sonora del film Apocalypse Now di Francis Ford Coppola. Una grande novità fu la sua esperienza nel 1979 nel gruppo di avant-garde jazz del clarinettista John Carter, che si dichiarò entusiasta del contributo alle tastiere di Preston.
Un ritorno alle sue radici jazz è rappresentato dagli album Hear Me Out del 1997, registrato da solo al piano, e Transformation del 2001, sempre al piano in trio. Oltre agli album da solista, ha continuato a comporre colonne sonore per film, musica per lavori teatrali, musica classica contemporanea e a collaborare con altri musicisti. Fu tra i fondatori di The Grandmothers, una band che ha suonato la musica di Zappa costituita con altri vecchi compagni delle Mothers of Invention. Un altro tributo al grande chitarrista fu il gruppo Project/Object, formato insieme a Ike Willis e Napoleon Murphy Brock, esibitosi tra il 2001 e il 2002.
Fra gli altri musicisti con cui ha suonato vi sono Lou Rawls, Al Jarreau, Vaughn Monroe, Charles Lloyd, Nelson Riddle, Don Ellis, Captain Beefheart, Sandro Oliva, John Lennon e Yoko Ono. Nel 2010, Preston ha iniziato una nuova collaborazione con il vecchio amico Bunk Gardner ed il chitarrista norvegese Jon Larsen. Nel 2011 ha registrato un disco con il jazzista italiano naturalizzato statunitense Andrea Centazzo.

BUNK GARDNER
John Leon “Bunk” Gardner (nato il 2 maggio, 1933, Cleveland, Ohio, Stati Uniti) è un musicista americano che in particolare ha giocato per Frank Zappa s ‘Mothers of Invention fino a quando il gruppo si sciolse nel 1969. Suona fiati e sax tenore.
Gardner ha iniziato a suonare musica all’età di sette anni, prendendo lezioni di pianoforte. Quando era un adolescente ha iniziato a suonare il sax tenore. Nel 1959 ha suonato con Bud Wattles & album temi di sua Orchestra dal fianco. Successivamente ha suonato con Joanna & the Playboys nel 1962. Entro la fine del 1966 Gardner era unito Frank Zappa e le Mothers of Invention, giocando fiati e sax tenore. Il successo è arrivato per le Madri con i migliori album grafico assolutamente gratuito e siamo solo in esso per i soldi. Alla fine del 1968 il fratello Buzz Gardner unito Madri fino a quando il gruppo si sciolse un anno dopo. Gardner giocato con ménage à trois con Buzz e John Balkin. In seguito ha registrato con Geronimo nero e le nonne.
Nel 1980, Gardner e alcuni dei membri dei Mothers of Invention riuniti per formare le nonne, la registrazione di un album e alcuni riunire di nuovo nel 2002. Gardner ha fatto un paio di progetti con Don Preston, un membro della band delle Madri, facendo una alcuni album e tour insieme.
Gardner suona anche il flauto, ottavino, clarinetto, clarinetto basso, fagotto e basso e soprano sax.
Gardner e sua moglie Bonnie sposati nel 1977 e hanno due figlie. Don Preston resti vicino amico Gardners. Nel 2010 ha registrato la sua autobiografia (audiolibro) “The Bunk Gardner Story” (featuring Don Preston), in Arthur Barrow ‘s Lotek in studio, prodotto da Jon Larsen per Zonic Spettacolo.