AZZURRA: l’artista racconta la passione per la black music e l’uscita del suo album

1532

Ciao Azzurra, hai una voce calda e potente: quando sei stata rapita dalla black music?

A casa abbiamo sempre ascoltato musica a 360° e quindi la black music ha sempre fatto parte della mia vita, ma credo che sia entrata ufficialmente al primo posto tra le mie preferenze quando avevo 11 o 12 anni, con l’hip hop e l’ rnb degli anni 90.
In questo periodo sono usciti il video e il tuo secondo album, hai un’etichetta come supporto o è tutto prodotto da te?
C’è stato un team artistico con cui ho lavorato, ma la produzione esecutiva è la mia. Possiamo considerarla un’auto produzione.

Ci sono collaborazioni nel tuo disco?
Si! Ci sono tre collaborazioni!
La prima sono i Black Soul Gospel Choir nel brano “The Only Reason”. Si tratta del coro Gospel di cui ho fatto parte per una decina di anni a partire dai miei 16; la seconda è sul brano “Head in the clouds and feet on the ground” con i Sanchez, soul band cagliaritana, composta da cari amici, che si sta facendo apprezzare particolarmente nella scena per l’originalità nelle composizioni di stampo neo soul/jazz; la terza è una produzione di St. Luca Spenish, produttore già noto nella scena Hip Hop Underground italiana che ha creato uno splendido beat fine e modern
o su cui è poi nato il brano “Freedom”.

Sei in giro per concerti per presentare il tuo disco oppure la crisi sta incidendo in negativo?
Qui in Sardegna la musica e i concerti stanno crescendo di anno in anno. La gente ha voglia di crescere e mettersi in
gioco e posso dire che è un periodo veramente positivo! Le date ci sono, anche se le occasioni non sono tante, e sembra che pubblico ed addetti ai lavori apprezzino la mia musica, quindi per quanto mi riguarda è un ottimo momento e le date non mancano!

Chi è Azzurra? Descriviti con tre aggettivi
Determinata; ostinata; empatica.
Non credo bastino 3 aggettivi perché ognuno di noi ha migliaia di sfaccettature, ma in questo momento storico sono questi 3 aggettivi i più veritieri che ho trovato!

Sei già al lavoro su nuovi prodotti discografici?
Mi sono dedicata al teatro negli ultimi mesi e non ho potuto portarmi avanti con le nuove produzioni, ma ho già alcuni brani in cantiere ed ora, tutto il tempo libero dal lavoro, lo dedicherò a questo. Spero di poter pubblicare entro i primi mesi del 2018 un nuovo disco!




Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.